Forum Viola

FIORENTINA => A R E N A V I O L A => Mercato => Topic aperto da: alex1950 - Maggio 15, 2013, 03:18:43 pm

Titolo: FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: alex1950 - Maggio 15, 2013, 03:18:43 pm
A settembre 2009, il Comitato Esecutivo UEFA ha approvato all’unanimità il fair play finanziario, per il benessere generale del calcio. Tale concetto viene appoggiato dall’intera famiglia del calcio e ha i seguenti obiettivi:
 
• Introdurre più disciplina e razionalità nelle finanze dei club calcistici;
• Ridurre la pressione su salari e trasferimenti e limitare gli effetti dell’inflazione;
• Incoraggiare i club a contare solo sui propri profitti;
• Incoraggiare investimenti a lungo termine sul settore giovanile e sulle infrastrutture;
• Tutelare la sostenibilità a lungo termine nel calcio europeo;
• Assicurare il tempestivo pagamento dei debiti da parte dei club.

.
A giugno 2012, il Comitato Esecutivo UEFA ha approvato la formazione dell’Organo di controllo finanziario dei club (CFCB) (http://it.uefa.com/uefa/aboutuefa/organisation/executivecommittee/news/newsid=1836876.html) per controllare l’applicazione del sistema di licenze per club e delle regole di fair play finanziario UEFA. (http://www.uefa.com/MultimediaFiles/Download/Tech/uefaorg/General/01/80/54/10/1805410_DOWNLOAD.pdf)
Il CFCB ha sostituito il Panel di controllo finanziario per club, che ha monitorato i club dalla prima introduzione delle regole a maggio 2010. La principale evoluzione consiste nel fatto che la CFCB è un organo UEFA di amministrazione della giustizia. Inoltre, l’organo può infliggere misure disciplinari se i requisiti non vengono rispettati e decidere sull’idoneità dei club per le competizioni UEFA.
 
Le regole sulle licenze per club e sul fair play finanziario UEFA, approvate a maggio 2010 dopo un lungo periodo di consultazione e aggiornate nell’edizione 2012, vengono implementate per un periodo triennale. Gli stipendi e le spese di ingaggio dei club che partecipano alle competizioni UEFA vengono monitorate dall’estate 2011. La valutazione dei bilanci verrà condotta nel 2013/14 e interesserà gli anni finanziari 2012 e 2013.
 
(DA UEFA.COM)
 
Spero di aprire una discussione interessante su un problema che a partire dalla prossima stagione 2013/2014 avrà risvolti importanti su tutte le società interessate alle competizioni europee, quindi anche Fiorentina.
 
Ancora le bocce non sono ferme, anche se la Uefa, nello scorso anno, ha già sanzionato alcune società che non erano in regola coi parametri richiesti.
 
E' indubbio che le maggiori società europee non vedono di buon occhio queste norme, soprattutto le società spagnole,  quelle inglesi, e, comunque tutte quelle che hanno tra i propri finanziatori (sponsor) ricchi emiri o grosse società arabe: l'esempio Malaga è esemplificativo.
La Germania, e per essa principalmente il Bayern, invece sta facendo pressione affinchè le regole vengano invece rispettate. (Del resto, visto quello che succede in campo economico, politico, non potrebbe essere altrimenti).
 
Sono in corso trattative, ricorsi, regolamenti definitivi che mettano ordine ai vari aspetti del problema, soprattutto in merito agli sponsor; ad esempio PSG e Man.City per un verso (ricchi emiri) e Barcellona (azionariato popolare) sono gli argomenti più discussi sui siti che si occupano di calcio dal punto di vista economico/finanziario.
 
Spero sia un argomento interessante per tutti.
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: Stavrogin - Maggio 15, 2013, 03:20:59 pm
Topic interessante.
Riporto le considerazioni che ho fatto nell'altro thread:

Il FPF, in ultima analisi, è contrario alla libertà di iniziativa economica.
Un'azienda - in generale - dev'essere libera di potersi indebitare, se le serve per fare investimenti che daranno frutti in futuro. Il succo è tutto qui.
All'interno della regolazione economica dell'Unione Europea, una norma talmente restrittiva in questo senso non ha speranza di poter essere considerata legittima...

Peraltro, penso che se davvero venisse implementata in modo stringente una regola del genere, sarebbe tutto un fiorire di "scatole cinesi" e società prestanome che si accollerebbero loro i costi, per non farli figurare nei bilanci dei club.
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: Etrusco73 - Maggio 15, 2013, 03:31:46 pm
Il sito della Uefa riporta infatti le parole scritte da alex1950.
http://it.uefa.com/uefa/footballfirst/protectingthegame/financialfairplay/index.html
C'è poco da aggiungere se non che oltre alla Germania, sicuramente anche l'Italia è a suo favore, di certo va tenuto conto della banale regola: se spendo non devo fare debiti.
Immagino che da qui a settembre 2013 ci sarà una bella guerra a tal proposito, la posta in gioco è altissima e dubito fortemente che vincerà la linea morigerata.
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: Fumogenoviola - Maggio 15, 2013, 03:31:59 pm
È inutile Alex tanto l' etrusco e il suo amico sono troppo accecati dall' odio verso i DV per poter comprendere
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: Etrusco73 - Maggio 15, 2013, 03:39:17 pm
È inutile Alex tanto l' etrusco e il suo amico sono troppo accecati dall' odio verso i DV per poter comprendere
Oh Fumogenino via il disco lo hai rotto e non solo quello.....hai persino da ridire su quello che scrive l'Uefa solo perché l'ho riportato io e quindi di conseguenza è falso? Dammi retta, datti all'ippica!
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: Fumogenoviola - Maggio 15, 2013, 03:44:50 pm
È inutile Alex tanto l' etrusco e il suo amico sono troppo accecati dall' odio verso i DV per poter comprendere
Oh Fumogenino via il disco lo hai rotto e non solo quello.....hai persino da ridire su quello che scrive l'Uefa solo perché l'ho riportato io e quindi di conseguenza è falso? Dammi retta, datti all'ippica!

Se io mi devo dare all' ippica tu mi sa che devi darti al ramino, ma sicuramente non ci capirai una sega neanche in quello :ignurant:
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: alex1950 - Maggio 15, 2013, 03:47:01 pm
Faccio mio l'invito di Chem in un altro topic: abbassate i toni, c'è un regolamento che vi invito caldamente a leggere per evitare complicazioni !
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: Stavrogin - Maggio 15, 2013, 03:48:09 pm
Le mie osservazioni riguardano strettamente la regola e i suoi aspetti teorici.
Conclusioni sull'operato dei DV non ne faccio.
La UEFA è stato molto decisa e chiara nel volere applicare questo che ritiene un caposaldo della propria visione, e non mi stupirei se qualche presidente avesse in buona fede deciso di cominciare ad adeguarsi. Se altri lo facciano solo per giustificare la poca voglia di spesa, non lo so e non ho elementi per giudicarlo.
A me da parte dei DV interessa solo la voglia di vincere, che mi pare sia connaturata nella loro natura imprenditoriale, e ultimamente si è manifestata (oltre che con gli atteggiamenti espliciti di ADV) nella scelta di persone valide e competenti come Pradè, Macia e Montella.
Che poi siano attenti alla redditività - per carità - è altrettanto connaturato.
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: Etrusco73 - Maggio 15, 2013, 03:51:02 pm
Il sito della Uefa riporta infatti le parole scritte da alex1950.
http://it.uefa.com/uefa/footballfirst/protectingthegame/financialfairplay/index.html
C'è poco da aggiungere se non che oltre alla Germania, sicuramente anche l'Italia è a suo favore, di certo va tenuto conto della banale regola: se spendo non devo fare debiti.
Immagino che da qui a settembre 2013 ci sarà una bella guerra a tal proposito, la posta in gioco è altissima e dubito fortemente che vincerà la linea morigerata.
Dai Fumogeno te che illumini con il tuo fumo l'intero universo, dimmi cosa c'è scritto sopra che non ti va bene.
Visto che rispetto a me tu sei troppo intelligente, ti prego di illuminare me e gli altri sulla questione FPF.
Un'ultima cosa; visto che siamo in un forum e rischiamo di essere pesanti con le nostre diatribe (a tal proposito chiedo scusa a tutti), per rispetto degli altri conviene abbozzarla qui anche perché la figuraccia l'hai già fatta che senso ha continuarla?
Scusami se da ora in poi non ti cagherò più, non vorrei che i tifosi mi associassero a te, saluti.
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: Fumogenoviola - Maggio 15, 2013, 04:05:10 pm
Chiedo scusa Alex hai ragione, ma inviterei l' etrusco a porsi delle domande visto che si è praticamente litigato con tutti, a parte il suo amico ( e leggo il forum solo da qualche settimana) Detto questo eviterò di leggere ciò che scriverà in futuro l' etrusco per evitare discussioni, scusatemi ancora
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: franciwlf - Maggio 15, 2013, 04:13:15 pm
Il sito della Uefa riporta infatti le parole scritte da alex1950.
http://it.uefa.com/uefa/footballfirst/protectingthegame/financialfairplay/index.html
C'è poco da aggiungere se non che oltre alla Germania, sicuramente anche l'Italia è a suo favore, di certo va tenuto conto della banale regola: se spendo non devo fare debiti.
Immagino che da qui a settembre 2013 ci sarà una bella guerra a tal proposito, la posta in gioco è altissima e dubito fortemente che vincerà la linea morigerata.
Dai Fumogeno te che illumini con il tuo fumo l'intero universo, dimmi cosa c'è scritto sopra che non ti va bene.
Visto che rispetto a me tu sei troppo intelligente, ti prego di illuminare me e gli altri sulla questione FPF.
Un'ultima cosa; visto che siamo in un forum e rischiamo di essere pesanti con le nostre diatribe (a tal proposito chiedo scusa a tutti), per rispetto degli altri conviene abbozzarla qui anche perché la figuraccia l'hai già fatta che senso ha continuarla?
Scusami se da ora in poi non ti cagherò più, non vorrei che i tifosi mi associassero a te, saluti.
Chiedo scusa Alex hai ragione, ma inviterei l' etrusco a porsi delle domande visto che si è praticamente litigato con tutti, a parte il suo amico ( e leggo il forum solo da qualche settimana) Detto questo eviterò di leggere ciò che scriverà in futuro l' etrusco per evitare discussioni, scusatemi ancora
Dai ragazzi smettetela capita di avere delle opinioni contrastanti ma non serve fare sangue cattivo per questo ognuno le espone e ha il diritto di confutarle basta sapere che nessuno di noi possiede la verità assoluta ... Sapete quante volte ci siamo beccati io e cuoreviola89 o il compianto maddy90  ma non è che siamo mai arrivati a questi livelli ... su su su fate la pace , datevi il mignolino XD
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: CHEM - Maggio 15, 2013, 04:23:05 pm
È inutile Alex tanto l' etrusco e il suo amico sono troppo accecati dall' odio verso i DV per poter comprendere
Oh Fumogenino via il disco lo hai rotto e non solo quello.....hai persino da ridire su quello che scrive l'Uefa solo perché l'ho riportato io e quindi di conseguenza è falso? Dammi retta, datti all'ippica!

Se io mi devo dare all' ippica tu mi sa che devi darti al ramino, ma sicuramente non ci capirai una sega neanche in quello :ignurant:

Fumogeno, leggiti il punto 1 del regolamento.
E falla finita.
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: Etrusco73 - Maggio 15, 2013, 04:26:21 pm
guarda francywlf che nessuno qua ha fatto chissà cosa, solo ho chiesto una spiegazione di come mai il mio post sul fairplay non andasse bene e non ho ricevuto risposta adeguata ma solo una riottosa disquisizione che ha stufato pure il pollo nel forno, tutto qui.
Io non sono qua per dare del cretino o incompetente a qualcuno, son qua per discutere di Fiorentina, squadra che tra l'altro per colpa di questo FPF ha bloccato tutti gli acquisti ben prima venisse messo in atto.
E' giusto o non è giusto l'FPF? Come può agire la dirigenza per fare che questo strumento divenga un'aiuto per la Viola invece che un problema?
Queste sono le domande a mio avviso che ci dobbiamo porre tutti per trovare una risposta esauriente.
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: alex1950 - Maggio 15, 2013, 04:32:29 pm
Queste le regole principali:
 
1) Per partecipare alle coppe bisognerà essere in regola con il Fair play finanziario che si aggiunge alle licenze Uefa.

2) Il Fair play obbligherà i club a non spendere più di quanto ricavano.

3) Entrerà in vigore dal 2013/2014 ma prima ci sarà una fase transitoria (2012-15) che obbligherà i club ad essere virtuosi nella gestione finanziaria.

4) Nella fase transitoria i club potranno sforare al massimo di 45 milioni di euro; dal 2015 al 2017 solo di 30 milioni; dal 2018 il Fair play entrerà a pieno regime con l’obiettivo del pareggio di bilancio in un triennio.

5)
Il calcolo del deficit di bilancio terrà conto del tipo di spesa: non saranno considerate passività le spese per lo stadio, gli investimenti per il settore giovanile, i progetti sociali.

6) Si potrà ripianare il deficit - nella fase transitoria - con un aumento di capitale o una donazione, non con un prestito.

7) Un panel di esperti vigilerà sul rispetto delle regole e, in caso di violazioni, istruirà un procedimento che si concluderà alla Disciplinare Uefa.

8) La disciplinare Uefa potrà infliggere sanzioni ai club inadempienti: dall’ammenda alla penalizzazione di punti, fino all’esclusione dal torneo.

9) Il regolamento del Fair play andrà ad integrare quello delle licenze Uefa.

10) Il Fair play sarà approvato a maggio dall’Esecutivo Uefa.

Ed è allo studio, sempre per il contenimento dei costi, l'introduzione (dal 2013?) di un numero massimo di giocatori (25) da poter avere in rosa anche in campionato, così come è ora per le coppe.

Le date prendetele con beneficio d'inventario.
 
Per il resto cerchiamo di non andare sul personale, ognuno esprima le proprie opinioni con il massimo rispetto dovuto, è uno dei punti di forza di questo forum, cerchiamo di mantenerlo tale.
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: franciwlf - Maggio 15, 2013, 04:33:39 pm
guarda francywlf che nessuno qua ha fatto chissà cosa, solo ho chiesto una spiegazione di come mai il mio post sul fairplay non andasse bene e non ho ricevuto risposta adeguata ma solo una riottosa disquisizione che ha stufato pure il pollo nel forno, tutto qui.
Io non sono qua per dare del cretino o incompetente a qualcuno, son qua per discutere di Fiorentina, squadra che tra l'altro per colpa di questo FPF ha bloccato tutti gli acquisti ben prima venisse messo in atto.
E' giusto o non è giusto l'FPF? Come può agire la dirigenza per fare che questo strumento divenga un'aiuto per la Viola invece che un problema?
Queste sono le domande a mio avviso che ci dobbiamo porre tutti per trovare una risposta esauriente.
l'unica cosa che ci può aiutare è aumentare gli introiti ( stadio di proprietà - cittadella - merchandising ) non vedo altre soluzioni
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: alex1950 - Maggio 15, 2013, 04:40:18 pm
guarda francywlf che nessuno qua ha fatto chissà cosa, solo ho chiesto una spiegazione di come mai il mio post sul fairplay non andasse bene e non ho ricevuto risposta adeguata ma solo una riottosa disquisizione che ha stufato pure il pollo nel forno, tutto qui.
Io non sono qua per dare del cretino o incompetente a qualcuno, son qua per discutere di Fiorentina, squadra che tra l'altro per colpa di questo FPF ha bloccato tutti gli acquisti ben prima venisse messo in atto.
E' giusto o non è giusto l'FPF? Come può agire la dirigenza per fare che questo strumento divenga un'aiuto per la Viola invece che un problema?
Queste sono le domande a mio avviso che ci dobbiamo porre tutti per trovare una risposta esauriente.
l'unica cosa che ci può aiutare è aumentare gli introiti ( stadio di proprietà - cittadella - merchandising ) non vedo altre soluzioni


... oltre a cercare di qualificarci per l'Europa che conta, cioè per la coppa dalle ... larghe orecchie.
 
In linea di massima, se il FPF venisse applicato anche con qualche modifica sarebbe un bene per tutto il settore calcio, arrivato ormai a dei livelli a dir poco discutibili.
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: Stavrogin - Maggio 15, 2013, 04:55:14 pm
Esempio 1: perché il FPF (pur avendo intenti buoni e condivisibilissimi) è ingiusto o meglio non equo.

Una squadra compra una superstar a tantissimi soldi, indebitandosi; ma negli anni successivi il ritorno di questo investimento (grazie a diritti tv, merchandising, qualificazioni e vittorie etc) più che compensa la spesa iniziale. Il club ha fatto un investimento indebitandosi per l'anno in corso ma in modo del tutto sostenibile, e anzi redditizio, nel medio periodo. Ci hanno guadagnato tutti: il club che lo venduto, quello che lo ha comprato, il giocatore, i tifosi.
Col FPF non potrebbe succedere.



Esempio 2: perché il FPF non potrà mai ottenere il suo obiettivo.

Neymar attualmente appartiene al 55% al Santos e al 45% a un fondo di investimento.
Jay-Z (che, tra le varie attività, ha anche una società di gestione di artisti e atleti) pare voglia comprarsi Neymar.

Poniamo il caso (irrealistico, ma possibile), che Jay-Z compri Neymar per 75 milioni e lo dia in prestito a una squadra (p.e. il Real), perché il suo presidente o socio di maggioranza è in affari con lui e lo compensa in altri modi (magari indebitandosi) in altri business dove gli è lecito ==>
Real Madrid ottiene Neymar e nel suo bilancio il costo è di 0 euro. FPF a puttane.




Detto questo non voglio né posso, ovviamente, escludere che effettivamente il FPF verrà applicato davvero dalla prossima stagione, ma sicuramente su tali basi ci saranno un sacco di polemiche e ricorsi.
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: Etrusco73 - Maggio 15, 2013, 05:10:26 pm
alex1950 ha scritto come sarebbe la regola "schietta":
3) Entrerà in vigore dal 2013/2014 ma prima ci sarà una fase transitoria (2012-15) che obbligherà i club ad essere virtuosi nella gestione finanziaria.
4) Nella fase transitoria i club potranno sforare al massimo di 45 milioni di euro; dal 2015 al 2017 solo di 30 milioni; dal 2018 il Fair play entrerà a pieno regime con l’obiettivo del pareggio di bilancio in un triennio.

Stavrogin  ha dimostrato in 3 secondi che la regola potrà essere aggirata.
Faccio un esempio io che credo calzi:  Una società esterna comprerà i servizi del calciatore (x es. la FabriFibraProduction  ;D)e lo girerà in prestito alla società calcistica richiedente, a quel punto il calciante non costerà più 100 mln da valutazione (C.Ronaldo) ma 25 mln a stagione (comprensivo di stipendio al giocatore + pagamento del servizio reso dalla società fornitrice dello sportivo). Il Real quindi non avrà problemi a scaricare "solo" 25 mln sulla propria gestione finanziaria annuale ed inoltre terrà CR7 per  tutti gli anni che desidererà come se lo avesse normalmente comprato.
In pratica cambierà il rapporto con la gestione del cartellino del giocatore ma non il valore.
Le regole sono fondamentali, sappiamo tutti che squadroni come Real e Barça devono le loro vittorie ad aiuti di Stato (o meglio gli aiuti sono stati dati sotto forma di defiscalizzazioni e terreni regalati), sappiamo tutti che l'Inghilterra campa grazie a Emiri e russi vari e proprio per contrastare questi la UEFA deve fare qualcosa e mettere dei paletti ma i paletti saranno aggirati come sempre....figuartevi se il Real vuole abdicare per fare posto alla Fiorentina e quando mai!

Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: Stavrogin - Maggio 15, 2013, 05:37:55 pm
L'unica soluzione, secondo me, per portare un po' di equità finanziaria nel sistema calcio sarebbe (ma è veramente difficile) adottare il modello NBA.

Per chi (penso pochi) non la conoscesse: nella NBA (associazione di basket americana) vige un sistema per cui:
- Non esiste il concetto di "proprietà del cartellino" ma soltanto di diritto alle prestazioni del giocatore, che non sono oggetto di compravendita ma solo di scambio.
- Il contratto di un giocatore vale non solo per la squadra che lo firma, ma per l'intera NBA, per cui il suo stipendio gli deve essere corrisposto a prescindere dalla squadra per cui gioca. Esempio: il contratto di Carmelo Anthony, firmato con New York, gli assicura un certo stipendio, e se New York lo vorrà cedere (scambiare), il contratto resterà lo stesso (con la stessa scadenza e lo stesso stipendio) anche se sarà non più tra Carmelo e New York ma tra Carmelo e un'altra squadra.
- Esiste un accordo collettivo sui contratti per cui comunque gli stipendi devono porsi in certe fasce di importi (che dipendono per lo più dall'anzianità del giocatore nella lega).
- Esiste il salary cap, ovvero un tetto sull'importo complessivo degli stipendi dei giocatori in rosa, che è uguale per tutte le squadre. Si può sforarlo, ma con sanzioni pecuniarie (multe, salate, che la proprietà deve versare alla lega).
- L'acquisizione di nuovi giocatori avviene quindi o per scambi oppure, se i giocatori sono "nuovi" nella lega (ovvero arrivano dall'estero o dalle "giovanili" - i college), è gratuita, ed è regolata con un sistema di scelte (il Draft): ogni anno a fine stagione si fa una lista dei nuovi giocatori che vogliono entrare in lega, e le squadre li scelgono, a turno. Le prime a scegliere sono le squadre che si sono piazzate in fondo alla classifica, che quindi possono scegliere i più forti.

La combinazione di questi elementi (e di altri che per brevità non cito) fa sì che in teoria ci sia una certa equità "sportiva".
In realtà, se è vero che molto spesso in pochi anni un club "minore" riesce (tramite a scelte e scambi azzeccati) a costruire una squadra vincente, è anche vero che ci sono pur sempre delle squadre "più vincenti" e sono tipicamente quelle che possono contare su un bacino di tifosi maggiore e dunque di maggiori introiti che li consentono di sfondare il tetto salariale pagando le relative multe.
(Per questo ultimamente si sta pensando di rendere le multe ancora più salate).

Ora, ovviamente il sistema è così profondamente diverso che è quasi impossibile pensare di trasporlo nel calcio.
Ci sono degli aspetti che proprio non possono combaciare; per esempio, nella NBA non ci sono retrocessioni e promozioni, le squadre restano sempre le stesse, al massimo qualcuna cambia sede/nome oppure (raramente) se ne ammettono di nuove ("expansion").

Però secondo me qualche passo in quella direzione si potrebbe provare a farlo.
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: alex1950 - Maggio 15, 2013, 07:25:04 pm
Esempio 1: perché il FPF (pur avendo intenti buoni e condivisibilissimi) è ingiusto o meglio non equo.

Una squadra compra una superstar a tantissimi soldi, indebitandosi; ma negli anni successivi il ritorno di questo investimento (grazie a diritti tv, merchandising, qualificazioni e vittorie etc) più che compensa la spesa iniziale. Il club ha fatto un investimento indebitandosi per l'anno in corso ma in modo del tutto sostenibile, e anzi redditizio, nel medio periodo. Ci hanno guadagnato tutti: il club che lo venduto, quello che lo ha comprato, il giocatore, i tifosi.
Col FPF non potrebbe succedere.



Esempio 2: perché il FPF non potrà mai ottenere il suo obiettivo.

Neymar attualmente appartiene al 55% al Santos e al 45% a un fondo di investimento.
Jay-Z (che, tra le varie attività, ha anche una società di gestione di artisti e atleti) pare voglia comprarsi Neymar.

Poniamo il caso (irrealistico, ma possibile), che Jay-Z compri Neymar per 75 milioni e lo dia in prestito a una squadra (p.e. il Real), perché il suo presidente o socio di maggioranza è in affari con lui e lo compensa in altri modi (magari indebitandosi) in altri business dove gli è lecito ==>
Real Madrid ottiene Neymar e nel suo bilancio il costo è di 0 euro. FPF a puttane.




Detto questo non voglio né posso, ovviamente, escludere che effettivamente il FPF verrà applicato davvero dalla prossima stagione, ma sicuramente su tali basi ci saranno un sacco di polemiche e ricorsi.

 
L'es. n. 1 cozza con la regola che dice:
4) Nella fase transitoria i club potranno sforare al massimo di 45 milioni di euro; dal 2015 al 2017 solo di 30 milioni; dal 2018 il Fair play entrerà a pieno regime con l’obiettivo del pareggio di bilancio in un triennio
 
L'es. n 2, può essere applicato (già a Palermo con l'affare Pastore mi sembra sia successa una cosa analoga), ma se il prezzo del giocatore viene spalmato/affittato un tanto all'anno, tale operazione la può fare qualsiasi club non solo i più titolati: in questo caso il rischio è a carico della società esterna. Dubito tuttavia che operazione del genere siano consentite e soprattutto convenienti.
 
Lo scoglio maggiore è come considerare gli sponsor, travestiti da investimenti della proprietà.
 
Adesso è tardi, ma su questo tema ci tornerò/torneremo prossimamente.
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: sololaviola - Maggio 16, 2013, 09:46:21 am
Ragà comunque non è che offendendovi avete più o meno ragione. Si può discutere anche in toni accesi e non essere d'accordo sulle cose (ci mancherebbe) ma andare oltre le linee non serve a portare la ragione dalla vostra parte...
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: Stavrogin - Maggio 16, 2013, 10:49:45 am
Esempio 1: perché il FPF (pur avendo intenti buoni e condivisibilissimi) è ingiusto o meglio non equo.

Una squadra compra una superstar a tantissimi soldi, indebitandosi; ma negli anni successivi il ritorno di questo investimento (grazie a diritti tv, merchandising, qualificazioni e vittorie etc) più che compensa la spesa iniziale. Il club ha fatto un investimento indebitandosi per l'anno in corso ma in modo del tutto sostenibile, e anzi redditizio, nel medio periodo. Ci hanno guadagnato tutti: il club che lo venduto, quello che lo ha comprato, il giocatore, i tifosi.
Col FPF non potrebbe succedere.



Esempio 2: perché il FPF non potrà mai ottenere il suo obiettivo.

Neymar attualmente appartiene al 55% al Santos e al 45% a un fondo di investimento.
Jay-Z (che, tra le varie attività, ha anche una società di gestione di artisti e atleti) pare voglia comprarsi Neymar.

Poniamo il caso (irrealistico, ma possibile), che Jay-Z compri Neymar per 75 milioni e lo dia in prestito a una squadra (p.e. il Real), perché il suo presidente o socio di maggioranza è in affari con lui e lo compensa in altri modi (magari indebitandosi) in altri business dove gli è lecito ==>
Real Madrid ottiene Neymar e nel suo bilancio il costo è di 0 euro. FPF a puttane.




Detto questo non voglio né posso, ovviamente, escludere che effettivamente il FPF verrà applicato davvero dalla prossima stagione, ma sicuramente su tali basi ci saranno un sacco di polemiche e ricorsi.

 
L'es. n. 1 cozza con la regola che dice:
4) Nella fase transitoria i club potranno sforare al massimo di 45 milioni di euro; dal 2015 al 2017 solo di 30 milioni; dal 2018 il Fair play entrerà a pieno regime con l’obiettivo del pareggio di bilancio in un triennio
 
L'es. n 2, può essere applicato (già a Palermo con l'affare Pastore mi sembra sia successa una cosa analoga), ma se il prezzo del giocatore viene spalmato/affittato un tanto all'anno, tale operazione la può fare qualsiasi club non solo i più titolati: in questo caso il rischio è a carico della società esterna. Dubito tuttavia che operazione del genere siano consentite e soprattutto convenienti.
 
Lo scoglio maggiore è come considerare gli sponsor, travestiti da investimenti della proprietà.
 
Adesso è tardi, ma su questo tema ci tornerò/torneremo prossimamente.

Sì appunto, l'esempio 1 era proprio per dire che il FPF è, in linea teorica, ingiusto, proprio perché vieterebbe dei comportamenti che possono essere anche virtuosi.
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: alex1950 - Maggio 16, 2013, 11:51:41 am
Secondo voi quanto vale la Fiorentina ?
Se voi foste uno sponsor, quanto pensate che varrebbe investire (in termini di mln di €) sulla Fiorentina, quale veicolo di ritorno d'immagine, sia a livello italiano, che europeo/mondiale ?
 
PS. non è curiosità semplice.
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: Stavrogin - Maggio 16, 2013, 11:54:31 am
Secondo voi quanto vale la Fiorentina ?
Se voi foste uno sponsor, quanto pensate che varrebbe investire (in termini di mln di €) sulla Fiorentina, quale veicolo di ritorno d'immagine, sia a livello italiano, che europeo/mondiale ?
 
PS. non è curiosità semplice.

"Quanto vale" nel senso di quanto sareste disposti a spendere per comprarla?
Oppure quanto paghereste all'anno per essere il main sponsor commerciale?
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: alex1950 - Maggio 16, 2013, 01:21:51 pm
La seconda che hai scritto.
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: Etrusco73 - Maggio 16, 2013, 02:17:24 pm
Il valore complessivo della Fiorentina intesa come parco giocatori è di circa 158.000.000 €.
Il marchio Fiorentina invece vale intorno ai 50.000.000 €.
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: nedo - Maggio 16, 2013, 04:01:49 pm
Queste le regole principali:
 
1) Per partecipare alle coppe bisognerà essere in regola con il Fair play finanziario che si aggiunge alle licenze Uefa.

2) Il Fair play obbligherà i club a non spendere più di quanto ricavano.

3) Entrerà in vigore dal 2013/2014 ma prima ci sarà una fase transitoria (2012-15) che obbligherà i club ad essere virtuosi nella gestione finanziaria.

4) Nella fase transitoria i club potranno sforare al massimo di 45 milioni di euro; dal 2015 al 2017 solo di 30 milioni; dal 2018 il Fair play entrerà a pieno regime con l’obiettivo del pareggio di bilancio in un triennio.

5)
Il calcolo del deficit di bilancio terrà conto del tipo di spesa: non saranno considerate passività le spese per lo stadio, gli investimenti per il settore giovanile, i progetti sociali.

6) Si potrà ripianare il deficit - nella fase transitoria - con un aumento di capitale o una donazione, non con un prestito.

7) Un panel di esperti vigilerà sul rispetto delle regole e, in caso di violazioni, istruirà un procedimento che si concluderà alla Disciplinare Uefa.

8) La disciplinare Uefa potrà infliggere sanzioni ai club inadempienti: dall’ammenda alla penalizzazione di punti, fino all’esclusione dal torneo.

9) Il regolamento del Fair play andrà ad integrare quello delle licenze Uefa.

10) Il Fair play sarà approvato a maggio dall’Esecutivo Uefa.

Ed è allo studio, sempre per il contenimento dei costi, l'introduzione (dal 2013?) di un numero massimo di giocatori (25) da poter avere in rosa anche in campionato, così come è ora per le coppe.

Le date prendetele con beneficio d'inventario.
 
Per il resto cerchiamo di non andare sul personale, ognuno esprima le proprie opinioni con il massimo rispetto dovuto, è uno dei punti di forza di questo forum, cerchiamo di mantenerlo tale.


salute a tutti,
mi inserisco in questo post perchè trovo l'argomento interessante e forse è l'unica possibilità che abbiamo noi viola di tornare a vedere vincere uno scudetto da parte della nostra squadra.

Premetto che sono "naturalmente" scettico perchè chi ha l'osso in bocca non se lo lascerà togliere  e  di conseguenza penso che assisteremo alla solita storia del "fatta la legge trovato l'inganno".
Leggendo le disposizioni riportate sopra ho alcune osservazioni da fare:

2) Il Fair play obbligherà i club a non spendere più di quanto ricavano.

5)[/i][/b] Il calcolo del deficit di bilancio terrà conto del tipo di spesa: non saranno considerate passività le spese per lo stadio, gli investimenti per il settore giovanile, i progetti sociali.

6)[/b] Si potrà ripianare il deficit - nella fase transitoria - con un aumento di capitale o una donazione, non con un prestito.[/b]


La lettura congiunta di questi tre punti mi fa pensare che, per il calcolo del deficit dal lato dei ricavi "vale tutto" per cui qualsiasi "ricavo" si riesca ad attivare entra a far parte del conteggio.
Dal lato dei costi invece non vengono conteggiate le quote di ammortamento degli investimenti o delle manutenzioni (anche ordinarie), i costi (tutti???) per il settore giovanile, i costi (tutti???) per i progetti sociali.
Infine per ripianare l'eventuale deficit non si potrà indebitare la società ma dovranno sopperire i soci con le risorse proprie o ricapitalizzando (aumentando il capitale sociale posto a garanzia della società, in caso di fallimento le quote sociali sono perdute) o eventuali "donatori".

I lati deboli della questione già così sono abbastanza evidenti:
dal lato dei ricavi i proventi da sponsorizzazione, pubblicità etc potrebbero permettere ampiamente di espandere la capacità di spesa della società. Milan e Mediaset per buttare lì un esempio semplice potrebbero certamente (sempre ammettendo che Mediaset sia in ottima salute ovvio...) operare per "gonfiare" un po' i ricavi del Milan.
Dal lato dei costi la norma Uefa occorre che sia più precisa nell'individuare quelli che non vengono conteggiati. Se nei costi per gli impianti (stadio) si include genericamente qualsiasi cosa comprese i costi diciamo "ordinari" è un conto, se si intende solo le quote di ammortamento per gli investimenti in conto capitale è un altro. Lo stesso riguarda il settore giovanile: una cosa è investire soldi in strutture per le giovanili (campi, palestre, macchinari...), una cosa è inserire nel conteggio anche, che so, il costo degli istruttori/allenatori, il costo dello scouting. Per non parlare poi dei "progetti sociali" che è molto ma molto vago.

Messa così, semplicemente così, mi pare che ci siano tutti i presupposti perchè nulla realmente cambi. Mi auguro che in realtà la uefa riesca  a dettagliare approfonditamente le singole voci dei costi, altrimenti il fairplay finanziario sarà solo l'ennesima demagogica crociata persa.

Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: Etrusco73 - Maggio 16, 2013, 04:26:42 pm
Benvenuto nedo sul forum.
Per quanto concerne ciò che hai evidenziato pure tu rigiuardo le regole del 'FPF è evidente infatti che ci siano dei vuoti giuridici di non poco conto ed infatti le magagne evidenti sono proprio quell riguardo a come "vedere" il merchandising, la gestione giovanili, pubblicità etc etc. Oltretutto potrebbero nascere delle società extra calcistiche che comprano i servizi dei calciatori per poi girare questi alle squadre, con un affitto annuale, così facendo abbatterebbero dei costi fissi annuali o meglio riuscirebbero a diluirli nel tempo. Naturalmente potrebbero anche essere i calciatori che una volta terminato un contratto di più anni, si offrono le proprie prestazioni a coloro i quali sono disposti a pagargli annualmente un prezzo che comprenda anche la parte maturata del cartellino. Insomma, ci sono mille possibilità per aggirare (o per essere raggirati) con questo FPF, di sicuro sarà interessante la sua evoluzione.

Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: CHEM - Maggio 16, 2013, 08:24:03 pm
Queste le regole principali:
 
1) Per partecipare alle coppe bisognerà essere in regola con il Fair play finanziario che si aggiunge alle licenze Uefa.

2) Il Fair play obbligherà i club a non spendere più di quanto ricavano.

3) Entrerà in vigore dal 2013/2014 ma prima ci sarà una fase transitoria (2012-15) che obbligherà i club ad essere virtuosi nella gestione finanziaria.

4) Nella fase transitoria i club potranno sforare al massimo di 45 milioni di euro; dal 2015 al 2017 solo di 30 milioni; dal 2018 il Fair play entrerà a pieno regime con l’obiettivo del pareggio di bilancio in un triennio.

5)
Il calcolo del deficit di bilancio terrà conto del tipo di spesa: non saranno considerate passività le spese per lo stadio, gli investimenti per il settore giovanile, i progetti sociali.

6) Si potrà ripianare il deficit - nella fase transitoria - con un aumento di capitale o una donazione, non con un prestito.

7) Un panel di esperti vigilerà sul rispetto delle regole e, in caso di violazioni, istruirà un procedimento che si concluderà alla Disciplinare Uefa.

8) La disciplinare Uefa potrà infliggere sanzioni ai club inadempienti: dall’ammenda alla penalizzazione di punti, fino all’esclusione dal torneo.

9) Il regolamento del Fair play andrà ad integrare quello delle licenze Uefa.

10) Il Fair play sarà approvato a maggio dall’Esecutivo Uefa.

Ed è allo studio, sempre per il contenimento dei costi, l'introduzione (dal 2013?) di un numero massimo di giocatori (25) da poter avere in rosa anche in campionato, così come è ora per le coppe.

Le date prendetele con beneficio d'inventario.
 
Per il resto cerchiamo di non andare sul personale, ognuno esprima le proprie opinioni con il massimo rispetto dovuto, è uno dei punti di forza di questo forum, cerchiamo di mantenerlo tale.

Il punto 2 lo scavalchi con un nulla, basta che l'arabo di turno faccia figurare uno sponsor fittizio che cacci i soldi e il gioco è fatto (vedi punto 6).
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: alex1950 - Maggio 23, 2013, 01:16:46 pm
Il dietro-front di Pizarro, le voglie di Jovetic e del suo procuratore (idem per Lajic) il prolungamento del contratto di Montella che si fa aspettare, l'aumentato valore di gran parte dei giocatori viola che suscitano/susciteranno l'appetito delle big italiane ed europee (penso a Cuadrado, a B.Valero, a Gonzalo e ad altri) sono
 
                                          il rovescio della medaglia di uno stesso problema:
 
le risorse finanziarie, gli introiti economici, i quaìni (come dicono a Livorno).
A maggior ragione se entrerà a regime questo benedetto fair-play-finanziario. Di questo abbiamo tempo fino al preliminare di EL per ragionare, disquisire, confrontarci.
 
Ma quello di cui non sento parlare dagli addetti ai lavori (società, politici, media) è:
 
come si fa ad alzare la quota ricavi di una società di medie dimensioni che ambisce ad essere grande come la Fiorentina ? Con il FPF i soldi non si trovano, automaticamente, sotto l'albero.
 
Perchè, è inevitabile che il giocatore XXXYYYJJJ dopo una stagione di altissimo livello alzi le proprie ambizioni e le proprie richieste economiche, è una normale legge di mercato.  Un anno lo puoi tenere con la promessa che lo liberi l'anno successivo e potrebbe essere anche la soluzione di autofinanziarsi ogni anno.
 
Ma, mi chiedo, sono cinque anni che si parla stadio/cittadella/ricavi alternativi, ma, se mi giro intorno, vedo che l'idea l'hanno elaborata anche le altre società, alcune sono già ai progetti di fattibilità, e noi .... ?
 
Noi siamo sempre alle chiacchiere, ai discorsi ....
Sarà mai possibile non decidere mai !
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: cuoreviola89 - Maggio 23, 2013, 01:23:55 pm
Stavo pensando proprio a questo stamattina.... e' bastata una stagione ottima per far scricchiolare tutto.. urgono contromosse. Lo stadio si deve fare e anche in fretta, altrimenti continueremo a andare avanti cosi' all'infinito: si fa la squadra forte con pochi soldi e a stipendi medio-bassi --> ottima stagione: sei in Champions?
SI', i giocatori restano, si prova a crescere, si possono adeguare leggermente gli stipendi.
NO, meta' squadra inizia a storcere il naso.

                   
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: Etrusco73 - Maggio 23, 2013, 01:50:51 pm
Stavo pensando proprio a questo stamattina.... e' bastata una stagione ottima per far scricchiolare tutto.. urgono contromosse. Lo stadio si deve fare e anche in fretta, altrimenti continueremo a andare avanti cosi' all'infinito: si fa la squadra forte con pochi soldi e a stipendi medio-bassi --> ottima stagione: sei in Champions?
SI', i giocatori restano, si prova a crescere, si possono adeguare leggermente gli stipendi.
NO, meta' squadra inizia a storcere il naso.               
Verissimo, lo stadio va fatto ma non in ogni modo. Non è possibile ad oggi, che sia il Comune ad accollarsi le spese e soprattutto a non guadagnarci nulla dall'acquisto del terreno da parte dei DV. Purtroppo la situazione è complicata e molto anche, spero che alla fine i DV sappiano comprendere che non è possibile far pagare sempre i propri affari alla comunità (come molti imprenditori hanno sempre fatto) ma anzi, la comunità possa beneficiare di guadagni utili a gestire ancora meglio i servizi per i fiorentini.
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: alex1950 - Maggio 23, 2013, 03:28:10 pm
Non m'interessa entrare nelle questioni politiche (la legge sugli stadi è ferma in commissione parlamentare non so più da quanto tempo).
 
Rilevo tuttavia che sia a Torino (Juventus) che ad Udine, anche in assenza di una legge il Comune di competenza non ha avuto remore a concedere l'utilizzo del terreno per (ri)costruire il vecchio e sostituirlo con il nuovo.
 
E, soprattutto mi preme sottolineare e ribadire che la società di calcio Fiorentina ottiene dai ricavi da stadio non più del 10% dei suoi introiti finanziari (6/7 mln di € su 70,00 mln di fatturato).
 
Nelle altre nazioni i ricavi da stadio arrivano a quote ben più alte: Non voglio scomodare il Bayern, ma restando in Italia, la Juventus, quest'anno, ha introitato da quei proventi oltre 35 mln di €.
 
Tenete oltremodo presente che tra due anni, nel 2015, le tv caleranno (e parecchio) il contributo destinato alla serie A, per mille e più ragioni, la crisi economica, l'appeal tecnico del gioco proposto, non ultimo anche lo scarso interesse che suscita all'estero, datosi che la regolarità del medesimo è messa tutti gli anni in discussione. Quindi anche sul fronte "diritti tv" le cifre scenderanno.
 
Il fair play finanziario può essere un occasione, ma, ripeto, non è un albero che fa nascere i soldi da solo.
 
Bisogna darsi una mossa !
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: cuoreviola89 - Maggio 27, 2013, 11:05:53 am
Sui giornali di oggi si legge che arrivando in fondo all'EL, tra premi qualificazione, partita ecc + sponsor e diritti tv, si arriva a incassare 20 milioni.

Ora..per chi parla di 30 milioni dalla Champions, probabilmente ha ripreso la cifra da qualche articolo che parlava del Milan. NOI FIORENTINA, l'ultimo anno di Champions (il migliore) tra premio ingresso, premio vittorie E DIRITTI TV + SPONSOR, abbiamo incassato  VENTITRE milioni, non 30. 30 li guadagna il Milan avendo sponsor che pagano di piu per la CL e diritti tv che fanno lo stesso. Il Barcellona per dire, quando vince la Champions ne incassa 45 dalla Uefa, e 50-60 dalle tv e dallo sponsor..! Noi credo che arriveremmo a 15-20. Assodato questo, mi pare evidente il vantaggio del disputare l'Europa League A PATTO CHE venga costruita una squadra capace di arrivare fino in fondo, e senza sprecare troppe energie buone per il campionato e la Coppa Italia (quindi con diversi ricambi all'altezza).  Gli introiti sono esattamente gli stessi (chi vince l'EL partecipa alla Supercoppa Europea, che porta 1,5mln alla perdente, 3 alla vincente, e un altro paio di milioni da sponsor e diritti, quindi male che vada sono altri 3mln e mezzo da aggiungere).

Stessi soldi incassati quindi milione piu' milione meno, ma nel primo caso esci agli ottavi e nessuno in Europa ti si fila piu' di tanto, nel secondo vinci un trofeo e sei sulla bocca e sotto gli occhi di tutti. Inoltre tra un paio d'anni, fare un percorso del genere ti porta direttamente in Champions, quindi probabilmente inizieranno a uscire fuori squadre che, in un punto avanzato del torneo, faranno il discorso inverso rispetto a quello del Napoli: puntare tutto sulla coppa sacrificando il campionato (qui pero' c'e' il rischio di rimanere beffati nel giro di 90 minuti e perdere tutto)
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: alex1950 - Maggio 27, 2013, 11:55:34 am
Sui giornali di oggi si legge che arrivando in fondo all'EL, tra premi qualificazione, partita ecc + sponsor e diritti tv, si arriva a incassare 20 milioni.

Ora..per chi parla di 30 milioni dalla Champions, probabilmente ha ripreso la cifra da qualche articolo che parlava del Milan. NOI FIORENTINA, l'ultimo anno di Champions (il migliore) tra premio ingresso, premio vittorie E DIRITTI TV + SPONSOR, abbiamo incassato  VENTITRE milioni, non 30. 30 li guadagna il Milan avendo sponsor che pagano di piu per la CL e diritti tv che fanno lo stesso. Il Barcellona per dire, quando vince la Champions ne incassa 45 dalla Uefa, e 50-60 dalle tv e dallo sponsor..! Noi credo che arriveremmo a 15-20. Assodato questo, mi pare evidente il vantaggio del disputare l'Europa League A PATTO CHE venga costruita una squadra capace di arrivare fino in fondo, e senza sprecare troppe energie buone per il campionato e la Coppa Italia (quindi con diversi ricambi all'altezza).  Gli introiti sono esattamente gli stessi (chi vince l'EL partecipa alla Supercoppa Europea, che porta 1,5mln alla perdente, 3 alla vincente, e un altro paio di milioni da sponsor e diritti, quindi male che vada sono altri 3mln e mezzo da aggiungere).

Stessi soldi incassati quindi milione piu' milione meno, ma nel primo caso esci agli ottavi e nessuno in Europa ti si fila piu' di tanto, nel secondo vinci un trofeo e sei sulla bocca e sotto gli occhi di tutti. Inoltre tra un paio d'anni, fare un percorso del genere ti porta direttamente in Champions, quindi probabilmente inizieranno a uscire fuori squadre che, in un punto avanzato del torneo, faranno il discorso inverso rispetto a quello del Napoli: puntare tutto sulla coppa sacrificando il campionato (qui pero' c'e' il rischio di rimanere beffati nel giro di 90 minuti e perdere tutto)

Io sapevo che per chi arriva alla finale il premio e di circa 10 mln (forse i 20 di cui parli sono da dividere per due).
Leggo anche che verrà rivisto il meccanismo dei premi per l'EL per renderla più appetibile, per es. del 2016 chi la vince va diritto in CL (ed aumenterà anche il monte premi).
 
Sul resto hai ragione. Più sei una società titolata, più meriti sportivi hai e più sponsor attiri, quindi aumenti il fatturato.
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: cuoreviola89 - Maggio 27, 2013, 12:46:29 pm
Fino all'anno scorso si vincevano 9,5 milioni di soli premi, quest anno hanno lievemente aumentato, il Chelsea se n'e' presi 11. Pero' a questo va aggiunto sponsor, diritti tv e botteghini. Con quei soldi si arriva vicini ai 20 milioni di cui parlavo io. Non sono i soldi della Champions, ma poco ci manca (visto che per noi fare bene in CL vuol dire arrivare agli ottavi di finale..). Inoltre nessuno considera che vincendo l'EL si prendono dai 3,5 ai 5,5 disputando la Supercoppa.

Poi hai detto bene, i valori verranno rivisti e la differenza tra le due competizioni verra' ridotta gia' quest'estate.
A quel punto la differenza PER NOI CHE LA CHAMPIONS NON LA POSSIAMO VINCERE si riduce di moltissimo.. in un caso prendi 23-25 milioni arrivando agli ottavi, nell'altro prendi 18-22 milioni arrivando in fondo. C'e' piu' dispendio di energie fisiche e mentali, e' vero, ma d'altra parte se si vuole vincere qualcosa (e sarebbe un gran bel qualcosa se dovesse succedere!) bisogna faticare, non si scappa.
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: Etrusco73 - Maggio 27, 2013, 02:24:43 pm
La EL va giocata ai massimi livelli sia che porti in cassa 10 mln o che ne porti 20 mln, deve essere fatta in modo impeccabile, sia perché la Viola è squadra Europa per antonomasia sia perché i punti che potremmo portare in dote farebbero bene oltre a noi anche a tutto il calcio italiano, quindi..  bandieraviola2:
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: cuoreviola89 - Maggio 29, 2013, 11:53:57 am
Stavo facendo caso a una cosa poco fa: il tetto ingaggi lentamente  e' sparito.

Fateci caso, fino a qualche anno fa i nostri migliori giocatori (che e' la traduzione italiana di top player..), ovvero Mutu, Frey e Gilardino, con il loro stipendio da 1,5 milioni all'anno erano i piu' pagati della squadra.
Poi e' stata la volta di Montolivo che ha sforato quel limite, rinnovando a 1,8 a satagione.
Oggi stanno tutti sotto quel tetto (1,8 lo stipendio di Aquilani, seguito da Borja che prende 1,3 ecc ecc) TRANNE Jovetic, che guadagna 2,5 a stagione.

Addirittura a gennaio si e' andati ancora oltre, dando a Rossi uno stipendio di 2,5 di base, condito pero' da bonus facilmente raggiungibili (giusto per la forma insomma) che lo porteranno a prenderne 3.

Praticamente dal 2009 ad oggi il limite massimo e' raddoppiato, passando da 1,5 a 3. Questo mi fa ben sperare, in quanto significherebbe che la societa' ha finalmente capito l'assurdita' della sua politica passata, dove c'era un tetto massimo per tutti oltre il quale non si andava, anziche' un limite di soldi da dedicare agli stipendi (attualmente credo che sia sui 40 milioni). Se si vuole crescere invece bisogna dare di piu' a chi ti da' di piu', a patto che la differenza sia riconosciuta da tutta la squadra (altrimenti ci sara' sempre qualcuno a fine anno che bussera' alla porta chiedendo: Perche' Yilmaz prende 3,5 milioni e io la meta'? Ho fatto peggio di lui per caso?)

Esempi in serie A:

ROMA: De Rossi guadagna 6, Totti 5, TUTTI GLI ALTRI non vanno oltre i 2 milioni.
LAZIO: Solo Klose  va oltre i 2 milioni
INTER: Solo Milito prende oltre i 4 milioni, gli altri si fermano a 2.
juve: Solo Buffon guadagna 6, gli altri arrivano massimo alla meta'
NAPOLI: Cavani prende 4,5, Pandev e hamsik poco piu' di 2, tutti gli altri meno di 2.

In sostanza ogni squadra ha 1 o 2 giocatori che guadagnano il doppio di tutti gli altri, e sono o gente che milita nel club da molti anni (e quindi hanno migliorato il contratto a forza di rinnovare, come De Rossi) oppure e' chiaramente gente che fa la differenza (Cavani, Buffon, Totti, Klose).

Noi potremmo mantere il tetto ingaggi a 1,8 milioni, permettendo due eccezioni.

Ecco gli stipendi 2012/2013 dei nostri (in grassetto i sicuri partenti, quelli sottolineati in forse):

 JOVETIC (a) 2,5
 AQUILANI (c) 1,7
 VALERO (c) 1,3
 EL HAMDAOUI (a) 1,1
 PASQUAL (d) 1,05
 M. FERNANDEZ (c) 1
 G. RODRIGUEZ (d) 0,85
 LJAJIC (c) 0,7
 MIGLIACCIO (c) 0,7
 PIZARRO (c) 0,7
 SISSOKO (c) 0,7
 VIVIANO (p) 0,7
 RONCAGLIA (d) 0,65                            TOTALE =  38,5
 SAVIC (d) 0,65
 CUADRADO (c) 0,55
 NETO (p) 0,55
 ROMULO (d) 0,5
 TOMOVIC (d) 0,5
 TONI (a) 0,5
 HEGAZY (d) 0,45
 LLAMA (c) 0,3
 LARRONDO (a) 0,3
 LUPATELLI (p) 0,2
 WOLSKI + COMPPER + VECINO  non sono stati ancora dichiarati gli stipendi, ma credo non superino
                                                    1 milione in 3.

Rossi non lo conto (presumo abbia preso poco e nulla per quest anno visto che non poteva giocare) e andra' a sostituire l'ingaggio di Jovetic.

TOTALE DEI SOLDI RISPARMIATI CON LE PARTENZE:  7,2 milioni (escludendo Jovetic/Rossi)

POSSIBILI INNESTI: 3,5 Yilmaz,  1,2 Joaquin,  1,8 Banega,  1,2 portiere,  Munua 0,5

Praticamente mantenendo il tetto ingaggi quasi invariato (+1 milione), si rinforza la squadra alla grande potendoci anche permettere un paio di stipendi piu' alti (Rossi e Yilmaz).
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: Gabriele - Maggio 29, 2013, 12:16:34 pm
Stavo facendo caso a una cosa poco fa: il tetto ingaggi lentamente  e' sparito.

Fateci caso, fino a qualche anno fa i nostri migliori giocatori (che e' la traduzione italiana di top player..), ovvero Mutu, Frey e Gilardino, con il loro stipendio da 1,5 milioni all'anno erano i piu' pagati della squadra.
Poi e' stata la volta di Montolivo che ha sforato quel limite, rinnovando a 1,7 a satagione.
Oggi stanno tutti sotto quel tetto di 1,7 (lo stipendio di Aquilani, seguito da Borja che prende 1,3 ecc ecc) TRANNE Jovetic, che guadagna 2,5 a stagione.

Addirittura a gennaio si e' andati ancora oltre, dando a Rossi uno stipendio di 2,5 di base, condito pero' da bonus facilmente raggiungibili (una farsa insomma) che lo porteranno a prenderne 3.

Praticamente dal 2009 ad oggi il limite massimo e' raddoppiato, passando da 1,5 a 3. Questo mi fa ben sperare, in quanto significherebbe che la societa' ha finalmente capito l'assurdita' della sua politica passata, dove c'era un tetto massimo per tutti oltre il quale non si andava. Se si vuole crescere invece bisogna dare di piu' a chi ti da' di piu', a patto che la differenza sia riconosciuta da tutta la squadra (altrimenti ci sara' sempre qualcuno a fine anno che bussera' alla porta dicendo:  perche' Yilmaz prende 3,5 milioni e io la meta'? Ho fatto peggio di lui per caso?)

Esempi in serie A:

ROMA: De Rossi guadagna 6, Totti 5, TUTTI GLI ALTRI non vanno oltre i 2 milioni.
MILAN: Solo Klose  va oltre i 2 milioni
INTER: Solo Milito prende oltre i 4 milioni, gli altri si fermano a 2.
juve: Solo Buffone guadagna 6, gli altri arrivano massimo alla meta'
NAPOLI: Cavani prende 4,5, Pandev e hamsik poco piu' di 2, tutti gli altri meno di 2.

In sostanza ogni squadra ha 1 o 2 giocatori che guadagnano il doppio degli altri, solo che o sono gente che milita nel club da molti anni (e quindi hanno migliorato il contratto a forza di rinnovare) oppure e' chiaramente gente che fa la differenza (Cavani, Buffon,  Totti, Klose)

Quoto! Questo è il motivo per cui abbiamo avuto giocatori più forti della Lazio o Roma ma non abbiamo vinto un caz... Speriamo l'abbiamo capito. Io sono un sostenitore del "3 milioni d'ingaggio a 10 giocatori forti e 10 milioni a altri 15 normali/medi/riserve"
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: Gabriele - Maggio 29, 2013, 12:18:56 pm
*l'abbiano
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: cuoreviola89 - Maggio 29, 2013, 01:55:32 pm
Altra considerazione dopo la pappardella immensa che ho scritto prima: la Fiorentina nelle ultime due sessioni di mercato (estiva+gennaio) ha speso 39,9 milioni e ne ha incassati tramite le cessioni 29. Il saldo passivo quindi si attesta su 11 milioni. MA, nonostante questo, il bilancio risulta in attivo di 1,6! (prima volta dopo parecchi anni).  Io presumo che dalla Europa League, tra premi partita (anche se esigui), sponsor, diritti tv e botteghino, si riuscira' a incassare da un minimo di 5 milioni a un massimo di 18 (se si vince la competizione).

E presumo anche che la dirigenza abbia deciso di costruire una squadra che riesca finalmente a restare permanentemente in Europa per piu' anni consecutivi. Sicuramente la Juve ci arrivera' sempre davanti, il Milan si rinforzera', cosi' come il Napoli, ma non e' detto che arriveranno sopra (quest anno il Napoli e' stato molto aiutato dagli arbitri, +7 punti, ma non si dice in giro). Con Inter Lazio e Roma me la gioco alla pari se non di piu'.. quindi si potrebbe auspicare un'entrata fissa di minimo 5 milioni.

Questo per dire che secondo me il monte ingaggi totale potrebbe essere aumentato di qualche milione. Ne bastano pochi, come ho dimostrato sopra, anche solo 2 o 3, con gli altri 2 o 3 girati sul fronte mercato.  Al netto di questo aumento, come ho scritto all'inizio, la Fiorentina sarebbe capace di investire 11-13 milioni di tasca propria nel mercato, da sommare ai soldi delle varie cessioni illustri (anno scorso Nasastic, quest anno Jovetic + Cerci e compagnia bella in prestito), restando comunque in attivo!

Se si fanno le cose per bene, si potrbbe trovare il modo per costruire una squadra che possa qualificarsi un anno o l'altro in Champions (terzo posto oppure vittoria Europa L.): quando questo dovesse succedere, allora non ci saranno cessioni illustri, e ci si rinforzera' senza dover cedere nessuno, diventando potenzialmente sempre piu' forti.

Se fate due conti, anche ad usare cifre al ribasso, si potrebbero raccattare:  24mln da jovetic, 13 dalle casse, 5 dall'EL, 25 da cessioni varie (Cerci, Vargas, Lazzari, El Hamadoui, Neto, Roncaglia, Pizarro, De Silvestri, Cassani, Felipe e chi piu ne ha piu ne metta).

Potenzialmente si potrebbe prendere una punta con 20 milioni, riscattare tutto Cuadrado (15), Regista nuovo 12, terzino 8, portiere 8,  Joaquin 3, Demichelis a 0 (niente riscatto per Tomovic), Munua con qualche spicciolo. E saremmo ancora in pareggio di bilancio.
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: alex1950 - Maggio 29, 2013, 02:02:16 pm
Stavo facendo caso a una cosa poco fa: il tetto ingaggi lentamente  e' sparito.

Fateci caso, fino a qualche anno fa i nostri migliori giocatori (che e' la traduzione italiana di top player..), ovvero Mutu, Frey e Gilardino, con il loro stipendio da 1,5 milioni all'anno erano i piu' pagati della squadra.
Poi e' stata la volta di Montolivo che ha sforato quel limite, rinnovando a 1,7 a satagione.
Oggi stanno tutti sotto quel tetto di 1,7 (lo stipendio di Aquilani, seguito da Borja che prende 1,3 ecc ecc) TRANNE Jovetic, che guadagna 2,5 a stagione.

Addirittura a gennaio si e' andati ancora oltre, dando a Rossi uno stipendio di 2,5 di base, condito pero' da bonus facilmente raggiungibili (una farsa insomma) che lo porteranno a prenderne 3.

Praticamente dal 2009 ad oggi il limite massimo e' raddoppiato, passando da 1,5 a 3. Questo mi fa ben sperare, in quanto significherebbe che la societa' ha finalmente capito l'assurdita' della sua politica passata, dove c'era un tetto massimo per tutti oltre il quale non si andava. Se si vuole crescere invece bisogna dare di piu' a chi ti da' di piu', a patto che la differenza sia riconosciuta da tutta la squadra (altrimenti ci sara' sempre qualcuno a fine anno che bussera' alla porta dicendo:  perche' Yilmaz prende 3,5 milioni e io la meta'? Ho fatto peggio di lui per caso?)

Esempi in serie A:

ROMA: De Rossi guadagna 6, Totti 5, TUTTI GLI ALTRI non vanno oltre i 2 milioni.
MILAN: Solo Klose  va oltre i 2 milioni
INTER: Solo Milito prende oltre i 4 milioni, gli altri si fermano a 2.
juve: Solo Buffone guadagna 6, gli altri arrivano massimo alla meta'
NAPOLI: Cavani prende 4,5, Pandev e hamsik poco piu' di 2, tutti gli altri meno di 2.

In sostanza ogni squadra ha 1 o 2 giocatori che guadagnano il doppio degli altri, solo che o sono gente che milita nel club da molti anni (e quindi hanno migliorato il contratto a forza di rinnovare) oppure e' chiaramente gente che fa la differenza (Cavani, Buffon,  Totti, Klose)

Quoto! Questo è il motivo per cui abbiamo avuto giocatori più forti della Lazio o Roma ma non abbiamo vinto un caz... Speriamo l'abbiamo capito. Io sono un sostenitore del "3 milioni d'ingaggio a 10 giocatori forti e 10 milioni a altri 15 normali/medi/riserve"

Mi permetto di osservare che il monte ingaggi attuale (a me risulta ancora più basso) viene fuori da tre anni di dismissioni e vendite di giocatori che nell'insieme, l'ultimo anno di coppa europea disputata vedeva le seguenti voci:
 
- ricavi ...........€mln       106,00
- ingaggi lordi.....""..         62,00   .... pari a circa €mln   42,00 netti.
 
Considera che in quella Fiorentina c'erano ingaggi per i vari Mutu, Frey e Gilardino, Zanetti che superavano i 2 milioni netti (il top era Mutu con 2,8).
 
Quindi non se ne parla perchè sono in linea con gli introiti di oggi.
 
Da considerare anche che l'ultimo bilancio si è chiuso in pareggio o con un leggero utile per effetto di un operazione di aumento di capitale (da verificare) e per effetto del surplus derivante dall'ultimo mercato estivo 2012.
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: alex1950 - Luglio 25, 2013, 01:58:56 pm
Stavo facendo caso a una cosa poco fa: il tetto ingaggi lentamente  e' sparito.

Fateci caso, fino a qualche anno fa i nostri migliori giocatori (che e' la traduzione italiana di top player..), ovvero Mutu, Frey e Gilardino, con il loro stipendio da 1,5 milioni all'anno erano i piu' pagati della squadra.
Poi e' stata la volta di Montolivo che ha sforato quel limite, rinnovando a 1,8 a satagione.
Oggi stanno tutti sotto quel tetto (1,8 lo stipendio di Aquilani, seguito da Borja che prende 1,3 ecc ecc) TRANNE Jovetic, che guadagna 2,5 a stagione.

Addirittura a gennaio si e' andati ancora oltre, dando a Rossi uno stipendio di 2,5 di base, condito pero' da bonus facilmente raggiungibili (giusto per la forma insomma) che lo porteranno a prenderne 3.

Praticamente dal 2009 ad oggi il limite massimo e' raddoppiato, passando da 1,5 a 3. Questo mi fa ben sperare, in quanto significherebbe che la societa' ha finalmente capito l'assurdita' della sua politica passata, dove c'era un tetto massimo per tutti oltre il quale non si andava, anziche' un limite di soldi da dedicare agli stipendi (attualmente credo che sia sui 40 milioni). Se si vuole crescere invece bisogna dare di piu' a chi ti da' di piu', a patto che la differenza sia riconosciuta da tutta la squadra (altrimenti ci sara' sempre qualcuno a fine anno che bussera' alla porta chiedendo: Perche' Yilmaz prende 3,5 milioni e io la meta'? Ho fatto peggio di lui per caso?)

Esempi in serie A:

ROMA: De Rossi guadagna 6, Totti 5, TUTTI GLI ALTRI non vanno oltre i 2 milioni.
LAZIO: Solo Klose  va oltre i 2 milioni
INTER: Solo Milito prende oltre i 4 milioni, gli altri si fermano a 2.
juve: Solo Buffon guadagna 6, gli altri arrivano massimo alla meta'
NAPOLI: Cavani prende 4,5, Pandev e hamsik poco piu' di 2, tutti gli altri meno di 2.

In sostanza ogni squadra ha 1 o 2 giocatori che guadagnano il doppio di tutti gli altri, e sono o gente che milita nel club da molti anni (e quindi hanno migliorato il contratto a forza di rinnovare, come De Rossi) oppure e' chiaramente gente che fa la differenza (Cavani, Buffon, Totti, Klose).

Noi potremmo mantere il tetto ingaggi a 1,8 milioni, permettendo due eccezioni.

Ecco gli stipendi 2012/2013 dei nostri (in grassetto i sicuri partenti, quelli sottolineati in forse):

 JOVETIC (a) 2,5
 AQUILANI (c) 1,7
 VALERO (c) 1,3
 EL HAMDAOUI (a) 1,1
 PASQUAL (d) 1,05
 M. FERNANDEZ (c) 1
 G. RODRIGUEZ (d) 0,85
 LJAJIC (c) 0,7
 MIGLIACCIO (c) 0,7
 PIZARRO (c) 0,7
 SISSOKO (c) 0,7
 VIVIANO (p) 0,7
 RONCAGLIA (d) 0,65                            TOTALE =  38,5
 SAVIC (d) 0,65
 CUADRADO (c) 0,55
 NETO (p) 0,55
 ROMULO (d) 0,5
 TOMOVIC (d) 0,5
 TONI (a) 0,5
 HEGAZY (d) 0,45
 LLAMA (c) 0,3
 LARRONDO (a) 0,3
 LUPATELLI (p) 0,2
 WOLSKI + COMPPER + VECINO  non sono stati ancora dichiarati gli stipendi, ma credo non superino
                                                    1 milione in 3.

Rossi non lo conto (presumo abbia preso poco e nulla per quest anno visto che non poteva giocare) e andra' a sostituire l'ingaggio di Jovetic.

TOTALE DEI SOLDI RISPARMIATI CON LE PARTENZE:  7,2 milioni (escludendo Jovetic/Rossi)

POSSIBILI INNESTI: 3,5 Yilmaz,  1,2 Joaquin,  1,8 Banega,  1,2 portiere,  Munua 0,5

Praticamente mantenendo il tetto ingaggi quasi invariato (+1 milione), si rinforza la squadra alla grande potendoci anche permettere un paio di stipendi piu' alti (Rossi e Yilmaz).


 
 Il salto rispetto allo scorso anno è abbastanza alto:  55 contro 38,5, con un incremento di quasi il 70%.
 
Ci sarà un motivo, oppure alcuni aggiustamenti (leggi sfoltimento della rosa, attualmente di 32 elementi) ridurrano notevolmente il monte ingaggi ?
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: Fumogenoviola - Luglio 25, 2013, 02:30:41 pm
Togliamo i probabili partenti vargas el hamdoui Cassani olivera salifu e i prestiti (bakic e wolsky?)
2,4 +2,2+ 2+ 1 + 0,6 sono già 8,2 lordi risparmiati se ci aggiungiamo bakic e wolsky 10..

Ovvio poi che arriverà ancora qualcuno e probabilmente ritorneremo ai 50 55 milioni lordi di adesso

Che DV abbia aperto definitivamente il portafoglio?
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: Stavrogin - Luglio 25, 2013, 03:10:25 pm
Devi toglierne un altro per arrivare a 22+3. Tipo Romulo.

E se poi arriva qualcun altro, dorai toglierne un altro ancora.
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: cuoreviola89 - Luglio 25, 2013, 05:29:26 pm
Credo che alla fine il monte ingaggi si attesterà su 45 milioni. Una spesa sostenibile visto che l'EL, anche con un percorso medio, porterà sui 10 milioni in più se si considerano anche botteghino, sponsor e diritti tv.
Chi è arrivato in fondo l'anno scorso ha preso sui 10 milioni di soli premi, quest anno si dice che i premi aumenteranno leggermente..quindi un monte ingaggi aumetato di 10 si può sostenere, A PATTO CHE si rimanga in europa in pianta stabilissima nel corso degli anni.
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: alex1950 - Luglio 26, 2013, 12:36:15 pm
Da tener presente che la cifra di 55 mln di € considerata, comprende solo i giocatori indicati in lista. A questi vanno aggiunti le remunerazioni del settore giovanile, dello staff tecnico, medico, dei dipendenti (impiegati). Lo scorso anno il monte stipendi, a bilancio, se non ricordo male, era di circa 52/53 mln, 15 mln sopra i 38,5 presi a parametro.
 
Di conseguenza con le cifre attuali si arriva a 72/73 mln di €.
 
Tanta roba, considerando che le risorse, escluse le plusvalenze, si attestano, senza gli introiti della CL, su quella cifra.
 
Nell'immediato non ci sono conseguenze sul FPF (solo la plusvalenza su Jovetic si attesterà sopra i 20 mln), quindi nessun pericolo sul bilancio.
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: Fumogenoviola - Luglio 26, 2013, 01:00:40 pm
Poi di sto Fair play finanziario secondo me non se ne farà niente...tanto ci sono squadre come il monaco o PSG che se ne sbattono e non mi sembrano abbiano paura di sanzioni
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: cuoreviola89 - Luglio 26, 2013, 01:03:46 pm
Poi di sto Fair play finanziario secondo me non se ne farà niente...tanto ci sono squadre come il monaco o PSG che se ne sbattono e non mi sembrano abbiano paura di sanzioni

Quelle squadre sono 3-4 in tutta Europa, per gli altri il fairplay, a meno che non trovino sponsor di nababbi arabi o russi, vale eccome. Tra l'altro e' stato aperto un processo sportivo per valutare la legalita' di questi enormi finanziamenti tramite giri grossi fatti da amici degli amici dell'amico dello sceicco, a cui poi vengono resi in altro modo..
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: alex1950 - Luglio 26, 2013, 01:35:57 pm
Dal punto di vista di tifoso della Fiorentina, personalmente, ho tutto l'interesse a che il FPF venga applicato prima possibile, sia pure con i dovuti aggiustamenti, e con la massima trasparenza.
 
Che senso ha imbastire l'€uro, l'Europa, con tutti i parametri sul bilancio e sui deficit e lasciare che nel mondo del calcio ci sia una zona franca dove chi vince s'indebita fino all'inverosimile ?
 
Solo per questo motivo non dubito che le regole stabilite verranno fatte rispettare.
 
Dal punto di vista sportivo, infine e soprattutto, maggior trasparenza nelle risorse darebbe molte più chances di arrivare a traguardi prestigiosi anche a quelle società, come la nostra, che non dispongono di investimenti camuffati da sponsorizzazioni da parte di 3/4 sceicchi, che, ci scommetto, appena il vento cambierà, torneranno ai loro forzieri pieni di soldi.
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: alex1950 - Agosto 28, 2013, 12:26:49 pm
http://www.firenzeviola.it/news/uefa-metalist-e-fenerbahce-fuori-dall-europa-141067 (http://www.firenzeviola.it/news/uefa-metalist-e-fenerbahce-fuori-dall-europa-141067)
 
Forse si comincia a fare sul serio.
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: matteo89 - Agosto 28, 2013, 03:11:35 pm
http://www.firenzeviola.it/news/uefa-metalist-e-fenerbahce-fuori-dall-europa-141067 (http://www.firenzeviola.it/news/uefa-metalist-e-fenerbahce-fuori-dall-europa-141067)
 
Forse si comincia a fare sul serio.
ma le inglesi, le spagnole e il pesg e monaco...ke spendano x ogni mercato decine di  mioni di euro nn gli fanno nulla???...sopratutto alle inglesi e alle spagnoli che hanno più debiti che altro!!!
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: cuoreviola89 - Agosto 29, 2013, 01:00:28 am
http://www.firenzeviola.it/news/uefa-metalist-e-fenerbahce-fuori-dall-europa-141067 (http://www.firenzeviola.it/news/uefa-metalist-e-fenerbahce-fuori-dall-europa-141067)
 
Forse si comincia a fare sul serio.
ma le inglesi, le spagnole e il pesg e monaco...ke spendano x ogni mercato decine di  mioni di euro nn gli fanno nulla???...sopratutto alle inglesi e alle spagnoli che hanno più debiti che altro!!!

Il Monaco e' appena salito in Ligue1, quindi non disputa le coppe europee. Le sanzioni sono applicate alle squadre che fanno CL o OL, alle altre nulla. Ovviamente dall'anno prossimo (se, come prevedibile, si qualificheranno a qualche competizione internazionale), si prenera' in considerazione anche il bilancio di quest anno, e a quel punto non so cosa succedera'...

Barcellona e Real sono soceta' per azioni con un attivo annuale di circa 500 milioni ciascuna. Considerando che in stipendi spendono circa 200 milioni l'una, possono permettersi di pagare Bale 100 e Neymar 50/60, senza il minimo problema. Piuttosto bisognerebbe fare chiarezza sui prestiti a fondo perduto fatti dalle banche, che hanno contribuito a mandare il paese ancora piu' in rovina...non capisco come facciano gli spagnoli ad accettare una cosa simile.

Il Man. City bara palesemente, in quanto ha firmato un contratto per il nome dello stadio che gli portera' 400milioni di sterline in 10 anni..il problema e' che la famiglia che possiede il Psg e' molto molto molto legata anche alla Ethiad Airways..praticamente si danno i soldi da soli!

PSG: Stessa cosa ma ancora piu' clamorosa, 700 milioni in 4 anni provenienti da Quatar Tourism Authority..il proprietario del Psg? E' del Quatar..  se pensi che il Barcellona, per avere il logo della Quatar Foundations sulla maglia prende 30 milioni all'anno, capisci benissimo che c'e' qualcosa che non quadra... cioe', si parla di 175 milioni all'anno....


Platini ha detto che verranno fatti dei controlli scrupolosi su queste sponsorizzazioni singolari. Ovviamente non puo' impedire a nessuno di sponsorizzare una squadra, ne alle squadre di essere sponsorizzate, pero' puo' decidere se i soldi dati siano oggettivi e in linea con i parametri delle altre squadre europee, oppure no.  E' evidente che non lo siano (l'esempio dei 30mln al Barca VS i 175 al PSG dice tutto), bisogna vedere se ne uscira' vincente oppure no..in caso negativo, il fairplay finanziaro potra' essere considerato giustamente un enorme flop, perche' anziche' uniformare e avvicinare i top club alle altre squadre, ha fatto aumentare e non di poco il solco che gia' le divideva.
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: Krystian82 - Agosto 29, 2013, 02:34:30 am
Il Man. City bara palesemente, in quanto ha firmato un contratto per il nome dello stadio che gli portera' 400milioni di sterline in 10 anni..il problema e' che la famiglia che possiede il Psg e' molto molto molto legata anche alla Ethiad Airways..praticamente si danno i soldi da soli!

PSG: Stessa cosa ma ancora piu' clamorosa, 700 milioni in 4 anni provenienti da Quatar Tourism Authority..il proprietario del Psg? E' del Quatar..  se pensi che il Barcellona, per avere il logo della Quatar Foundations sulla maglia prende 30 milioni all'anno, capisci benissimo che c'e' qualcosa che non quadra... cioe', si parla di 175 milioni all'anno....


Platini ha detto che verranno fatti dei controlli scrupolosi su queste sponsorizzazioni singolari. Ovviamente non puo' impedire a nessuno di sponsorizzare una squadra, ne alle squadre di essere sponsorizzate, pero' puo' decidere se i soldi dati siano oggettivi e in linea con i parametri delle altre squadre europee, oppure no.  E' evidente che non lo siano (l'esempio dei 30mln al Barca VS i 175 al PSG dice tutto), bisogna vedere se ne uscira' vincente oppure no..in caso negativo, il fairplay finanziaro potra' essere considerato giustamente un enorme flop, perche' anziche' uniformare e avvicinare i top club alle altre squadre, ha fatto aumentare e non di poco il solco che gia' le divideva.
Ti cito perche' hai esposto in maniera perfetta il dubbio che facevo presente anch'io gia' da un po'.

In pratica se Platini non riuscira' a disinnescare questo meccanismo perverso il FairPlayFinanziario si riduce a una scure per i deboli.

Allora volendo potremmo mettere TOD'S sulle maglie al posto di Mazda e stipulare una sponsorizzazione di 80-90 ml l'anno  ;D
Chi potrebbe contraddirci se il gruppo tod's vuole fortemente solo e solamente la Viola quale sua vetrina?

Ovviamente questo metterebbe allo scoperto i DV che ora sono barricati dietro il FairPlay ma questa e' un'altra storia che vi raccontera' probabilmente RF.
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: Stavrogin - Aprile 15, 2014, 11:21:01 am
http://www.sportinglife.com/football/news/article/165/9265715/-

La UEFA sta facendo un'indagine su Man City e PSG in merito al FPF e potrebbero arrivare sanzioni per i due club.

Con tutti i difetti del FPF , non si può nascondere che questa è una notizia che fa ben sperare...
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: alex1950 - Aprile 15, 2014, 01:19:14 pm
http://www.sportinglife.com/football/news/article/165/9265715/-

La UEFA sta facendo un'indagine su Man City e PSG in merito al FPF e potrebbero arrivare sanzioni per i due club.

Con tutti i difetti del FPF , non si può nascondere che questa è una notizia che fa ben sperare...

Oltre a ciò bisogna sottolineare che da soli, i soldi, non riescono ad ottenere delle conseguenti vittorie; sia PSG che Man City sono fuori dal lotto delle semifinaliste dell'Europa che conta.

Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: franciwlf - Maggio 01, 2014, 11:01:03 am
Non so ragazzi i questa attesa per il rinnovo delle cariche dirigenziali mi preoccupa  i DV non amano spendere e pradè vuole belle cifre ... Poi loro si sono convinti che la vera mente sia macià per me pradè andrà a milano e da noi verrà uno tra sogliano e Antonelli per continuare a far le nozze coi fichi secchi
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: alex1950 - Maggio 01, 2014, 01:06:25 pm
In chiave FPF, analizzando i bilanci di Atletico Madrid e Benfica (finalista di CL e auspicabile finalista di EL), la cosa che salta subito agli occhi è la seguente: il fatturato.

Benfica: fatturato totale ultimo bilancio (stadio, tv, commerciale ed altro) = €mln  88,  spiccioli;
Atletici Madrid: ...........................................................................................= €mln 124, e spiccioli.

La differenza di struttura la fa poi la proprietà delle infrastrutture, stadio, museo, esercizi commerciali etc.
Da notare, comunque, che entrambe le società sono molto esposte, hanno cioè molti debiti, verso le banche:
Cosa che non ha assolutamente la Fiorentina. Nessun debito verso le banche.
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: Fumogenoviola - Maggio 01, 2014, 01:09:39 pm
Non so ragazzi i questa attesa per il rinnovo delle cariche dirigenziali mi preoccupa  i DV non amano spendere e pradè vuole belle cifre ... Poi loro si sono convinti che la vera mente sia macià per me pradè andrà a milano e da noi verrà uno tra sogliano e Antonelli per continuare a far le nozze coi fichi secchi

Andre della valle è l' eterno indeciso, ormai si è capito
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: alex1950 - Maggio 08, 2014, 11:27:29 am
Secondo indiscrezioni la Uefa si appresterebbe a sanzionare il Manchester City ed il Paris St. Germain con le seguenti indicazioni:

Man.City:

una "multa" di 60 mln di euro, mediante il mancato pagamento di quota parte dei premi UEFA eventualmente spettanti per la partecipazione alle competizioni europee;
• la riduzione del numero di giocatori inseribili nelle liste UEFA dai normali 25 fino a 21 (o addirittura 18);
• il divieto di incremento del costo della rosa che giocherà in Champions League ed un tetto al possibile aumento il prossimo anno.

La multa sarà poco efficace, soprattutto perché suddivisa su un periodo di 3 anni (quindi con un impatto di circa 20 mln all'anno). 

Nel contempo il limite al numero di giocatori in rosa per la Champions League, potrebbe essere effettivamente un deterrente importante. Innanzitutto perché la rinuncia a 4 giocatori da schierare nella competizione europea riduce lo spazio ed in parte l'attrattiva della squadra sanzionata. Poi perché tale limite viene a sommarsi alla già esistente regola che prevede la presenza, all'interno dei 25 (qui 21 o 18) calciatori, di almeno 8 giocatori provenienti dai vivaio, dei quali 4 dal settore giovanile della squadra (per almeno tre anni, nella fascia d'età frai 15 ed i 21 anni). Questa sanzione è particolarmente pesante per il City che già quest'anno aveva dovuto lasciare un posto vuoto nella lista UEFA per l'impossibilità di trovare l'ottavo giocatore "di vivaio". Inoltre i posti in meno disponibili vanno a colpire il calciomercato in entrata.

Anche il divieto di incrementare i costi della rosa schierata quest'anno ed il tetto all'anno successivo sono elementi che possono condizionare il calciomercato del City, che dovrà probabilmente prima vendere per poter poi acquistare a saldo di costo pari a zero. D'altra parte uno dei motivi, per non dire il vero motivo, dei defici delle squadre è proprio rappresentato dal costo del personale eccessivo, quindi questa sanzione andrebbe verso la logica desiderata.



PsG:

- una "multa" di 60 mln di euro, mediante il mancato pagamento di quota parte dei premi UEFA eventualmente spettanti per la partecipazione alle competizioni europee;
• la riduzione del numero di giocatori inseribili nelle liste UEFA dai normali 25 fino a 21;
• il divieto di incremento del costo della rosa che giocherà in Champions League; 
• il divieto di schierare in CL più di un 1 giocatore acquistato nel calciomercato estivo

In tutto questo sembrerebbe essere previsto l'obbligo di riportare il deficit reale (considerando il valore normale del contratto QTA) entro i 30 milioni di euro alla fine della stagione sportiva 2014/15: adesso sarebbe a 105, pur considerando gli incrementi delle sponsorizzazioni, con un effetto stimabile intorno ai 20/25 mnl di euro all'anno, parliamo pur sempre di un taglio di circa 50/60 milioni di euro all'anno di costi.

Questo costringerà il PSG a vendere dei calciatori per abbassare il monte ingaggi, ma contemporaneamente non potranno beneficiare appieno del calciomercato in entrata perché solo uno dei calciatori comprati potrà essere usato nella Champions del prossimo anno.

(cfr. by: Diego Tarì- il tifoso bilanciato)07/05/2014
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: alex1950 - Maggio 08, 2014, 06:22:39 pm
(http://tifosobilanciato.it/wp-content/uploads/2014/05/Fair-Play-Finanziario-verifica-2014-Serie-A-e1399134545875.gif)

In questo grafico sono riportati i valori fondamentali su cui l'Uefa applica la valutazione del fair-play finanziario:
- i ricavi sono quelli relativi agli ultimi due esercizi.
- idem per i costi
- il risultato del FPF è il risultato della differenza tra costi e ricavi, incrementato dagli investimenti produttivi, decrementato dagli investimenti a fondo perduto.
Il patrimonio netto è la somma degli apporti economici apportati dall'imprenditore proprietario della società, dalle riserve accantonate, per far fronte ad eventuali perdite d'esercizio che si possono verificare negli anni.

Per l'Uefa avere un Patrimonio Netto negativo è motivo sufficiente per infliggere sanzioni, che, come abbiamo visto, possono portare alla non partecipazione alle coppe europee.

Adesso, per completare il senso del mio discorso, inserisco anche questo prospetto:

(http://tifosobilanciato.it/wp-content/uploads/2014/05/Fair-Play-Finanziario-verifica-2014-e-simulazione-2015-e1399118843224.gif)

per evidenziare che in caso di perdita d'esercizio del massimo consentito dall'Uefa, la Fiorentina sarebbe in grado di reggere all'esame del FPF, mentre Roma, Milan ed anche Inter avrebbero dei problemi, e, dovranno, già da quest'anno inserire tanto denaro fresco (o vendere giocatori) per stare nei parametri.

Che voglio dire, sostanzialmente con tutto ciò.
Solamente che Fiorentina non solo riesce a tenere i conti in ordine, ma riesce ad arrivare, in campionato, più su di molte squadre che hanno introiti maggiori dei suoi.

Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: alex1950 - Maggio 17, 2014, 06:02:35 pm
Secondo indiscrezioni la Uefa si appresterebbe a sanzionare il Manchester City ed il Paris St. Germain con le seguenti indicazioni:

Man.City:

una "multa" di 60 mln di euro, mediante il mancato pagamento di quota parte dei premi UEFA eventualmente spettanti per la partecipazione alle competizioni europee;
• la riduzione del numero di giocatori inseribili nelle liste UEFA dai normali 25 fino a 21 (o addirittura 18);
• il divieto di incremento del costo della rosa che giocherà in Champions League ed un tetto al possibile aumento il prossimo anno.

La multa sarà poco efficace, soprattutto perché suddivisa su un periodo di 3 anni (quindi con un impatto di circa 20 mln all'anno). 

Nel contempo il limite al numero di giocatori in rosa per la Champions League, potrebbe essere effettivamente un deterrente importante. Innanzitutto perché la rinuncia a 4 giocatori da schierare nella competizione europea riduce lo spazio ed in parte l'attrattiva della squadra sanzionata. Poi perché tale limite viene a sommarsi alla già esistente regola che prevede la presenza, all'interno dei 25 (qui 21 o 18) calciatori, di almeno 8 giocatori provenienti dai vivaio, dei quali 4 dal settore giovanile della squadra (per almeno tre anni, nella fascia d'età frai 15 ed i 21 anni). Questa sanzione è particolarmente pesante per il City che già quest'anno aveva dovuto lasciare un posto vuoto nella lista UEFA per l'impossibilità di trovare l'ottavo giocatore "di vivaio". Inoltre i posti in meno disponibili vanno a colpire il calciomercato in entrata.

Anche il divieto di incrementare i costi della rosa schierata quest'anno ed il tetto all'anno successivo sono elementi che possono condizionare il calciomercato del City, che dovrà probabilmente prima vendere per poter poi acquistare a saldo di costo pari a zero. D'altra parte uno dei motivi, per non dire il vero motivo, dei defici delle squadre è proprio rappresentato dal costo del personale eccessivo, quindi questa sanzione andrebbe verso la logica desiderata.



PsG:

- una "multa" di 60 mln di euro, mediante il mancato pagamento di quota parte dei premi UEFA eventualmente spettanti per la partecipazione alle competizioni europee;
• la riduzione del numero di giocatori inseribili nelle liste UEFA dai normali 25 fino a 21;
• il divieto di incremento del costo della rosa che giocherà in Champions League; 
• il divieto di schierare in CL più di un 1 giocatore acquistato nel calciomercato estivo

In tutto questo sembrerebbe essere previsto l'obbligo di riportare il deficit reale (considerando il valore normale del contratto QTA) entro i 30 milioni di euro alla fine della stagione sportiva 2014/15: adesso sarebbe a 105, pur considerando gli incrementi delle sponsorizzazioni, con un effetto stimabile intorno ai 20/25 mnl di euro all'anno, parliamo pur sempre di un taglio di circa 50/60 milioni di euro all'anno di costi.

Questo costringerà il PSG a vendere dei calciatori per abbassare il monte ingaggi, ma contemporaneamente non potranno beneficiare appieno del calciomercato in entrata perché solo uno dei calciatori comprati potrà essere usato nella Champions del prossimo anno.

(cfr. by: Diego Tarì- il tifoso bilanciato)07/05/2014

La Uefa ha emanato le sanzioni nei confronti di PSG e Man City, confermando nella sostanza quelle che erano le indiscrezioni.

Niente esclusione dalle coppe ma forti sanzioni economiche con pesanti vincoli di bilancio e di sponsorizzazioni.

Forse si comincia a fare sul serio.

http://www.repubblica.it/sport/calcio/esteri/2014/05/16/news/uefa_fair_play_finanziario_ufficiali_le_multe_di_60_milioni_a_mancity_e_psg-86356625/
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: Kubik3 - Settembre 24, 2014, 02:52:48 pm
forse e' piu' da "plusvalenze", comunque:

http://www.firenzeviola.it/copertina/ufficiale-volkswagen-partner-istituzionale-di-acf-164560

eco, altro comunicato della cippa senza NIENTE di concreto.
ne in termini di euro, di durata...
che cavolo di sponsorizzazione e'!???
  ::)
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: alex1950 - Ottobre 24, 2014, 02:17:08 pm
La Uefa ha avviato “indagini formali” nei confronti di sette club, fra cui Roma e Inter, per possibili violazioni delle norme relative al fair play finanziario. Nel mirino della federcalcio europea ci sono i bilanci del 2012 e 2013. Roma e Inter “hanno rivelato un deficit di bilancio sulla base dei periodi contabili che chiudono nel 2012 e 2013″, spiega la Uefa in una nota. Per lo stesso motivo, oltre ai due club italiani sono finiti nel mirino dell’organo di controllo finanziario dei club dell’Uefa anche Monaco, Besiktas, Krasnodar, Liverpool e Sporting Lisbona. Questi club dovranno fornire “informazioni supplementari” a ottobre e novembre, e verranno monitorati durante le prossime settimane prima dei termini fissati. Successivamente saranno fornite ulteriore comunicazioni supplementari e, sottolinea la Uefa, “potranno essere imposte eventuali misure cautelari”. Nel complesso, compresi i club già citati e le nove squadre che hanno firmato accordi transattivi la scorsa stagione, 115 club saranno monitorati per tutta la stagione e sono stati invitati a presentare all’organismo dell’Uefa informazioni aggiuntive, come ad esempio informazioni finanziarie per l’esercizio chiuso nel 2014 e la loro situazione di debiti insoluti al 30 settembre 2014. La Uefa ha inoltre annunciato la sospensione temporanea dei premi in denaro per cinque club che partecipano quest’anno alle coppe europee in quanto “non sono state rispettate scadenze di pagamento significative” al 30 giugno 2014. Si tratta di Bursaspor, Cluj, Astra Giurgiu, Podgorica e Ekranas. Tali decisioni non sono definitive, ma di carattere provvisorio. Questa misura conservativa resterà in vigore fino a dicembre 2014, quando la camera investigativa dell’Uefa completerà la valutazione degli arretrati dovuti al 30 settembre 2014.

Inoltre l'Inter ha dovuto ricorrere ad un mutuo bancario di 230 mln di €,rimborsabili in 4 anni, nei quali, in teoria, dovrebbe accantonare 46 mln/anno e pagarne cash 12.
La Roma, bella sul campo, Bayern a parte, ha chiuso l'ultimo bilancio con una perdita di 38,5 mln.
L'aumento di capitale sottoscritto dalla società americana che controlla la società, mitiga in parte, ma non completamene i debiti totali.

(cfr. parz. Marco Bellinazzo/il sole 24 ore)
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: alex1950 - Novembre 03, 2014, 06:08:04 pm
(http://tifosobilanciato.it/wp-content/uploads/2014/11/Diritti-TV-Serie-A-analisi-critica-9.gif)

Quella che vedete è la ripartizione dei diritti televisivi fatta in base alle regole applicate a livello internazionale, dove, a differenza che da noi, si privilegia il merito sportivo, anziché le nostre formule cervellotiche su bacini d'utenza e tifoseria potenziale, città metropolitane o meno.

In sostanza:


1.il 31% circa, fra le squadre qualificate per un posto UEFA al termine della stagione, per premiare il loro risultato immediatamente;

2.il 32,5%, in parti uguali fra tutte le altre squadre che hanno partecipato al Campionato;

3.il 36,5% residuo viene dato alle squadre che hanno partecipato alle competizioni UEFA nei 5 anni precedenti, in proporzione all’incremento del Ranking UEFA che hanno apportato.

Diciamo in generale che nel calcio italico vigono regole economiche diverse dal resto dell'Europa politica.

In particolare per la Fiorentina significherebbe avere circa 7, 7 mln di € in più, ma, soprattutto, si ridurrebbe la sperequazione con le altre.

Buttali via !


Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: alex1950 - Novembre 06, 2014, 10:18:18 am
La Uefa ha avviato “indagini formali” nei confronti di sette club, fra cui Roma e Inter, per possibili violazioni delle norme relative al fair play finanziario. Nel mirino della federcalcio europea ci sono i bilanci del 2012 e 2013. Roma e Inter “hanno rivelato un deficit di bilancio sulla base dei periodi contabili che chiudono nel 2012 e 2013″, spiega la Uefa in una nota. Per lo stesso motivo, oltre ai due club italiani sono finiti nel mirino dell’organo di controllo finanziario dei club dell’Uefa anche Monaco, Besiktas, Krasnodar, Liverpool e Sporting Lisbona. Questi club dovranno fornire “informazioni supplementari” a ottobre e novembre, e verranno monitorati durante le prossime settimane prima dei termini fissati. Successivamente saranno fornite ulteriore comunicazioni supplementari e, sottolinea la Uefa, “potranno essere imposte eventuali misure cautelari”. Nel complesso, compresi i club già citati e le nove squadre che hanno firmato accordi transattivi la scorsa stagione, 115 club saranno monitorati per tutta la stagione e sono stati invitati a presentare all’organismo dell’Uefa informazioni aggiuntive, come ad esempio informazioni finanziarie per l’esercizio chiuso nel 2014 e la loro situazione di debiti insoluti al 30 settembre 2014. La Uefa ha inoltre annunciato la sospensione temporanea dei premi in denaro per cinque club che partecipano quest’anno alle coppe europee in quanto “non sono state rispettate scadenze di pagamento significative” al 30 giugno 2014. Si tratta di Bursaspor, Cluj, Astra Giurgiu, Podgorica e Ekranas. Tali decisioni non sono definitive, ma di carattere provvisorio. Questa misura conservativa resterà in vigore fino a dicembre 2014, quando la camera investigativa dell’Uefa completerà la valutazione degli arretrati dovuti al 30 settembre 2014.

Inoltre l'Inter ha dovuto ricorrere ad un mutuo bancario di 230 mln di €,rimborsabili in 4 anni, nei quali, in teoria, dovrebbe accantonare 46 mln/anno e pagarne cash 12.
La Roma, bella sul campo, Bayern a parte, ha chiuso l'ultimo bilancio con una perdita di 38,5 mln.
L'aumento di capitale sottoscritto dalla società americana che controlla la società, mitiga in parte, ma non completamene i debiti totali.

(cfr. parz. Marco Bellinazzo/il sole 24 ore)

cvd.

http://www.firenzeviola.it/rassegna-stampa/fair-play-conti-viola-a-posto-male-inter-e-roma-167179
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: Fumogenoviola - Novembre 06, 2014, 12:07:43 pm
(http://tifosobilanciato.it/wp-content/uploads/2014/11/Diritti-TV-Serie-A-analisi-critica-9.gif)

Quella che vedete è la ripartizione dei diritti televisivi fatta in base alle regole applicate a livello internazionale, dove, a differenza che da noi, si privilegia il merito sportivo, anziché le nostre formule cervellotiche su bacini d'utenza e tifoseria potenziale, città metropolitane o meno.

In sostanza:


1.il 31% circa, fra le squadre qualificate per un posto UEFA al termine della stagione, per premiare il loro risultato immediatamente;

2.il 32,5%, in parti uguali fra tutte le altre squadre che hanno partecipato al Campionato;

3.il 36,5% residuo viene dato alle squadre che hanno partecipato alle competizioni UEFA nei 5 anni precedenti, in proporzione all’incremento del Ranking UEFA che hanno apportato.

Diciamo in generale che nel calcio italico vigono regole economiche diverse dal resto dell'Europa politica.

In particolare per la Fiorentina significherebbe avere circa 7, 7 mln di € in più, ma, soprattutto, si ridurrebbe la sperequazione con le altre.

Buttali via !

Molto interessante
Ci vorrebbe che la UEFA imponesse a tutte le leghe una ripartizione del genere... Perché in Italia da soli non cambieremo mai niente...o meglio faranno in modo di non cambiare niente. Pezzi di mer*a
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: alex1950 - Febbraio 17, 2015, 03:40:52 pm
http://marcobellinazzo.blog.ilsole24ore.com/2015/02/13/ecco-il-disastro-finanziario-del-parma-dal-2007-al-2014-debiti-cresciuti-del-1-200/

Il bilancio del Parma relativo alla stagione 2013/14, da poco depositato in Camera di commercio, svela molto del disastro finanziario del club, anche se non tutte le cause pur mostrando una perdita tutto sommato contenuta (-13,7 milioni). Ma le crepe (dei bilanci) si nascondono nei “dettagli”. In primo luogo, la valanga di debiti che si abbatte sul club parmigiano.

I debiti. Nell’arco di otto anni l’indebitamento lordo aumentato di oltre il 1200%, passando da 16,1 milioni a 197,4 milioni.


Dispiace per il Parma e per i suoi tifosi (anche perché noi ci siam già passati e sappiamo (??? forse non tutti ???) quello che significa.

Tuttavia mi chiedo, anche alla luce delle vicende di Lotito & Co. di questi ultimi giorni, cosa CAZCO controllano gli uffici preposti di Lega Nazionale Calcio e FIGC. !!! (leggere alla voce Co.Vi.Soc., organo della FIGC)

Dirigenti incapaci, dovrebbero andare a zappare la terra, altro che venirci a raccontare che le piccole ...tipo Carpi non possono venire in serie A !

E non solo il Parma, potenzialmente, si trova in queste condizioni !

Su Roma ed Inter, sotto indagine Uefa, è sceso il solito silenzio omertoso, eppure i loro bilanci parlano chiaro, siamo oltre i 200 mln di debito, ma, nonostante questo, gli è stato permesso di fare il solito mercato senza risparmio.

Credo di sapere già come andrà finire ...
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: Stavrogin - Marzo 04, 2015, 11:24:17 am
Comunicazione imminente. Forse già oggi. Secondo i sussurri provenienti da Nyon, sede della Uefa, Inter e Roma verranno ben presto a conoscenza delle sanzioni inerenti al Financial Fairplay. E se la situazione debitorie della Roma, e quindi la sanzione, appare tranquilla, diversa è la posizione dei nerazzurri.

Come riporta La Gazzetta dello Sport, l’Inter ha costantemente tenuto i contatti con la Uefa ed è pronta a partire verso Nyon per il secondo incontro che potrebbe avvenire anche all’inizio della prossima settimana: ci saranno Fassone e Bolingbroke. La pena prevista? Pecuniaria prima di tutto, per una cifra che dovrebbe attestarsi sui 6-7 milioni; poi, la riduzione della rosa per la Lista Uefa, riduzione che sarebbe da 24 a 21 (o 23) unità. Se invece non dovesse esserci la riduzione, ecco che l’Inter avrebbe l’obbligo di inserire più giocatori cresciuti nel proprio vivaio rispetto a quelli arrivati nell’ultimo anno di mercato.
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: alex1950 - Maggio 01, 2015, 10:16:06 am
http://www.violanews.com/altre-news/svolta-in-spagna-diritti-tv-collettivi-le-nuove-regole-20150501/

50% in parti uguali

25% secondo meriti sportivi

25% per importanza della piazza
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: alex1950 - Maggio 04, 2015, 01:40:40 pm
(http://www.tifosobilanciato.it/wp-content/uploads/2015/01/Premi-CL-ed-EL-2014-15-08bis-grafico-1.jpg)

Rimetto la tabella sul topic giusto.
La vittoria dell'EL, da quest'anno, vale 40 mln ed oltre, a salire negli anni prossimi.

40 mln e passa.
(meglio che arrivare in zona CL- lo scrivo per chi pensa che non valga la pena partecipare a questa coppa).

Qualcuno obbietterà ... sì, ma solo se la vinci.
Forse, ma è solo un mio pensiero, per una società come la nostra, forse ... è più facile vincere in Europa, datosiche' ... in Italia vincono da 25 e passa anni sempre le stesse.
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: sololaviola - Maggio 04, 2015, 02:02:35 pm
E' più facile vincere l'EL che lo scudetto? Può darsi, ma non più facile della coppa Italia e sicuramente moooooolto più difficile che piazzarsi tra i primi tre. E l'introito che ti da essere tra i primi tre non te lo da una partecipazione all'EL...
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: alex1950 - Maggio 04, 2015, 02:39:10 pm
Visto quello che hanno combinato due anni fa per lasciarci fuori dai posti CL, non lo so.

In Germania, nell'era delle tv, è possibile che uno Stoccarda vinca il campionato, in Spagna che l'Atletico Madrid faccia la stessa cosa, in Italia, per ora, o vince l Juve, o vince il Milan o l'Inter.
In Europa un outsider come noi ha, forse, ripeto, forse, qualche probabilità in più.

Comunque ... il piatto è ricco, vedremo quello che accadrà nei prossimi anni.
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: sololaviola - Maggio 04, 2015, 02:58:12 pm
Visto quello che hanno combinato due anni fa per lasciarci fuori dai posti CL, non lo so.

In Germania, nell'era delle tv, è possibile che uno Stoccarda vinca il campionato, in Spagna che l'Atletico Madrid faccia la stessa cosa, in Italia, per ora, o vince l Juve, o vince il Milan o l'Inter.
In Europa un outsider come noi ha, forse, ripeto, forse, qualche probabilità in più.

Comunque ... il piatto è ricco, vedremo quello che accadrà nei prossimi anni.

In Italia abbiamo abbandonato i settori giovanili.
Lo stoccarda aveva 10 giocatori in rosa del settore giovanile, e i migliori erano tutti del settore giovanile. Inoltre avevano diversi ragazzini in squadra (comprati a 20/21 anni) e tanti acquisti di giocatori da squadre di medio livello. Per quanto riguarda l'atletico invece c'è un discorso tecnico diverso. Loro puntano meno sul settore giovanile (ma sempre 3/4 giocatori titolari o quasi) e puntano molto sulla campagna acquisti ma non di alto valore (il che non significa non spendere, magari capita anche l'acquisto costoso). Inoltre se noti nell'Atletico raramente un giocatore rimane per più di quattro anni a dimostrazione che si può fare bene anche acquistando e cedendo. Ovvio che diventa più difficile, ma proprio per questo il vero investimento dovrebbe essere fatto sul settore tecnico...
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: alex1950 - Maggio 04, 2015, 03:12:41 pm
Il settore tecnico dovrebbe essere preminente, ma in Italia, purtroppo, la FIGC, che sarebbe l'Istituto preposto in grado di fare delle modifiche al sistema di cosa si preoccupa ? Del fatto che se viene il Carpi in serie A arrivano meno soldi dalle tv !

Le nostre primavere sono piene di stranieri, ma non perché sono più bravi, ma perché costano meno.
Esempi come Marco Verratti, lo stesso Giuseppe Rossi, che per avere spazio son dovuti andare via è esemplificativo.
Non c'è la volontà di cambiare unita all'incompetenza in generale della dirigenza.
Colpa un po' anche del pubblico che è disposto a passare sopra alle magagne di un giocatore proveniente dalla serie B inglese che ad uno che proviene dal proprio vivaio
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: sololaviola - Maggio 04, 2015, 04:31:22 pm
Il settore tecnico dovrebbe essere preminente, ma in Italia, purtroppo, la FIGC, che sarebbe l'Istituto preposto in grado di fare delle modifiche al sistema di cosa si preoccupa ? Del fatto che se viene il Carpi in serie A arrivano meno soldi dalle tv !

Le nostre primavere sono piene di stranieri, ma non perché sono più bravi, ma perché costano meno.
Esempi come Marco Verratti, lo stesso Giuseppe Rossi, che per avere spazio son dovuti andare via è esemplificativo.
Non c'è la volontà di cambiare unita all'incompetenza in generale della dirigenza.
Colpa un po' anche del pubblico che è disposto a passare sopra alle magagne di un giocatore proveniente dalla serie B inglese che ad uno che proviene dal proprio vivaio

Su questo concordo in pieno.
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: alex1950 - Maggio 08, 2015, 08:26:53 pm
http://www.tifosobilanciato.it/2015/05/08/la-uefa-decide-le-sanzioni-per-roma-e-inter-ecco-i-dettagli-e-i-testi-degli-accordi/

(http://www.tifosobilanciato.it/wp-content/uploads/2015/05/Fair-Play-Finanziario-sanzioni-Roma-e-Inter-2.jpg)

++++++++

(http://www.tifosobilanciato.it/wp-content/uploads/2015/05/Fair-Play-Finanziario-sanzioni-Roma-e-Inter-1.jpg)
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: alex1950 - Maggio 25, 2015, 05:04:09 pm
http://www.violanews.com/statistiche/allarme-rosso-per-il-calcio-italiano-1,8-miliardi-di-perdite-in-5-anni-20150525/

Quanto reggerà ancora ?
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: Kubik3 - Giugno 23, 2015, 09:29:55 pm
http://www.tuttomercatoweb.com/serie-a/clamoroso-sospeso-il-fair-play-finanziario-695566
 >:(
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: Nevyce - Giugno 23, 2015, 09:32:42 pm
A quanto ho capito è stata bloccata la seconda fase, quella cui il debito massimo passa da 45 a 30
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: alex1950 - Giugno 24, 2015, 12:54:44 pm
Il Tribunal de Première Istance de Bruxelles ha parzialmente accolto il ricorso presentato dall’avvocato Jean-Louis Dupont (quello della sentenza Bosman) contro la normativa sul Fair Play Finanziario, per la parte che impone limitazioni al deficit complessivo che i club possono far registrare durante un periodo di osservazione.

Attualmente il limite per non avere sanzioni è di 45 mln di euro (nell’arco di un triennio), cifra destinata a scendere a 30 mln a partire dal prossimo anno.

Il Tribunale non ha determinato se la clausola sia o meno in contrasto con il principio della libera concorrenza ma, ha deciso l’immediata sospensione nell’applicazione della stessa fino a quando la Corte di Giustizia non si sarà pronunciata.

La UEFA ricorrerà ovviamente contro il provvedimento.

Per il momento non se ne sa molto di più: che il FPF stesse sulle scatole a chi ha soldi da sfare era noto, non è certo che riuscirà a vincere.
Vedremo più avanti.

In teoria attualmente dovrebbe valere il tetto di deficit dei 45 in tre anni.
(per noi cambia poco, vedi bilanci)
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: alex1950 - Giugno 26, 2015, 01:44:32 pm
Molti si chiedono come possa fare una società, ad esempio, come l'Inter a spendere vagonate di milioni per acquisti ridondanti, pur in presenza di una fresca sanzione da parte della Uefa, che è già attuativa per quanto riguarda il comparto economico ed avrà anche riflessi strutturali sulla composizione della rosa non appena si riaffaccerà sul palcoscenico internazionale.

In primis le sanzioni più che delle multe sono accordi, gentlemen's Agreement  tra le parti che comportano il rispetto di parametri deliberati dalle regole.

In secundis nessuno vieta all'Inter di spendere, l'importante è che alla fine dell'intero calciomercato il saldo non vada ad incrementare il deficit di bilancio (che nel caso dell'Inter credo ammonti a circa 60 mln). Quindi, dopo ....l'abbuffata di centrocampisti conterranei di Pogba, dovranno, necessariamente, vendere qualche pezzo pregiato (Guarin ? Icardi ?) ed abbassare notevolmente anche il monte-ingaggi (cosa, questa, molto complicata, specialmente quando si cerca di rafforzare la squadra.)

Quindi, vedremo a bocce ferme che cosa ha comportato a livello di bilancio, questa effervescenza di colpi....
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: alex1950 - Luglio 03, 2015, 04:55:55 pm
Parrebbe che la Uefa, dopo tutti gli ostacoli ed i ricorsi che tanti clubs hanno escogitato per fermare il FPF abbia concesso, o stia per concedere, un paio o tre di anni sabbatici, anni nei quali si chiuderà tutti e due gli occhi sui bilanci e sulle forme di finanziamento che ogni società riterrà opportuno di accendere.

Dopo di chè, nel 2019, pare, si ricomincia coi controlli, e le società dovranno avere i bilanci in regola.

In sostanza, la squadra XYXK che decide di rinforzarsi acquistando a destra e a manca, dovrà sperare in questi 3/4 anni di incassare tanto dalle vittorie e/o dalle partecipazioni alle coppe ricche (CL) per poter così sistemare i propri bilanci.

Ad esempio, se l'Inter l'anno prossimo fa la CL ed arriva il più lontano possibile ha buone probabilità (anche se ci credo poco) di essere poi in regola, altrimenti .......
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: alex1950 - Ottobre 08, 2015, 01:33:21 pm
Tornerò  successivamente sul tema FPF, adesso preme di più segnalare la sospensione, oltre a Blatter, anche del Mr.  Le roi al secolo M. Platini, per 90 giorni. Che potrebbe dare il là all'attenuazione fino allo svuotamento del progetto relativo al FPF di cui l'ex bianconero era uno strenuo propugnatore.

Vedremo quello che succederà.

Nel frattempo, in estate, il ricorso contro il FPF è stato stoppato dalla Uefa, quindi tutto come prima, con sanzioni a chi sfora i paletti imposti dalle regole.
Sotto questa luce sarà ancora più interessante verificare le posizioni di Roma ed Inter, che han chiuso i rispettivi bilanci con saldi negativi rispettivamente di 41 ed 80 e passa mln di € .....

Son curioso di vedere che succede se ...le roi verrà  tagliato fuori ...
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: alex1950 - Novembre 26, 2015, 01:40:25 pm
http://www.ansa.it/sito/notizie/sport/calcio/2015/11/24/fifa-chiede-stop-a-vita-per-platini_646af699-9b49-4c07-9dfb-c2d1cd5de111.html

..giusta la richiesta di renderci la maglia ...
(fosse stato per me col caxxio che gliel'avrei data ! nemmen toccare gliela facevo !)

http://www.firenzetoday.it/sport/radio-toscana-platini-rendici-la-maglia.html

Giacomo Guerini, miglior giornalista  di tutte le radio locali fiorentine !
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: alex1950 - Aprile 28, 2016, 05:51:46 pm
http://marcobellinazzo.blog.ilsole24ore.com/2016/04/18/milan-nel-2015-rosso-a-89-milioni-e-la-fininvest-impegna-230-milioni-per-coprire-il-fabbisogno-debiti-totali-a-quota-336-milioni/

..sono proprio curioso di vedere come farà l'Uefa a dare il via libera per l'EL alla società dell'ex presidente del Consiglio.
Veramente curioso.
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: alex1950 - Agosto 31, 2016, 04:31:36 pm
T-4     2011     ininfluente
T-3     2012    10,1
T-2     2013     9,4
T-1     2014    -40,5
T         2015    -7
T+1     2016    ???

(T STA PER L'ANNO DI RIFERIMENTO RISPETTO A L'ULTIMO ESERCIZIO CHIUSO)

Allora, vediamo di fare un pò di chiarezza, se ci riesco, sulla situazione debitoria della Fiorentina, rispetto al FPF.

L'uefa nella valutazione del FPF delle società di calcio prende in esame i risultati d'esercizio sulla base dei bilanci integrati dalle voci di spesa effettuate per investimenti strutturali (stadio, centri sportivi, squadre giovanili), che normalmente nei bilanci ufficiali sono inserite sotto altre voci. In sostanza viene stilato un bilancio ad hoc, finalizzato alla evidenziandone,  appunto del famigerato FPF.

Nello specchietto sopra indicato, se fate la somma algebrica dei risultati degli anni 2012, 2013, 2014 e 2015 viene fuori un -28, che sarebbero i mln di € di passivo che la società  ha per il FPF.
Il 2016, come quando si stabilisce il ranking per la classifica a squadre, scartera' il risultato positivo del 2012 di €mln 10,1, quindi dovrà tenere conto degli anni 2013, 2014 e 2015.
La somma algebrica di tali anni fa - 38,1, ...

PERTANTO, PER ESSERE IN REGOLA, DETTA CIFRA DEVE STARE, SOMMANDO IL RISULTATO 2016, SOTTO I 30 MLN.

VA DA SÉ CHE IL RISULTATO 2016 DEVE NECESSARIAMENTE  ESSERE POSITIVO, DA 8,2 €MLN IN SU....

Spero di essere riuscito nel mio intento.



Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: Stavrogin - Agosto 31, 2016, 04:33:41 pm
Chiarissimo, ma le utili/perdite che hai riportato sono già quelle rettificate secondo le regole del FPF?
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: alex1950 - Agosto 31, 2016, 04:35:57 pm
Chiarissimo, ma le utili/perdite che hai riportato sono già quelle rettificate secondo le regole del FPF?

Si.
Sono nel bilancio ufficiale 2015.
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: Fumogenoviola2 - Agosto 31, 2016, 04:40:00 pm
http://www.violanews.com/news-viola/fair-play-finanziario-ecco-come-deve-operare-la-fiorentina/

Pestuggia dice massimo -2 perché dice che la Fiorentina può portare a supporto anche i dati di 2013 e 2012 che sono attivi
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: Stavrogin - Agosto 31, 2016, 04:41:23 pm
Chiarissimo, ma le utili/perdite che hai riportato sono già quelle rettificate secondo le regole del FPF?

Si.
Sono nel bilancio ufficiale 2015.

Sicuro che nel bilancio ufficiale ci siano i numeri che vuole l'UEFA per il FPF?
Intendo quelli dopo lo storno di alcune voci tipo investimenti virtuosi, quelle balle lì
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: alex1950 - Agosto 31, 2016, 04:48:22 pm
Nella relazione al bilancio c'è un capitolo specifico che tratta dell'argomento relativo al fpf.
Lo specchietto, tra l'altro è stato anche postato in qualche parte del forum, se lo trovo lo riposto.
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: Stavrogin - Agosto 31, 2016, 04:54:14 pm
Nella relazione al bilancio c'è un capitolo specifico che tratta dell'argomento relativo al fpf.
Lo specchietto, tra l'altro è stato anche postato in qualche parte del forum, se lo trovo lo riposto.
Ah ok a posto, grazie.
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: alex1950 - Settembre 01, 2016, 01:28:24 pm
(http://www.calcioefinanza.it/wp-content/uploads/2016/04/Schermata-2016-04-19-a-17.00.35.png)

Eccolo qui.

Basterà inserire il risultato d'esercizio 2016 (dato dal bilancio rettificato ai fini del fpf) per ottenere la situazione aggiornata.

PS . nell'ultima riga, se togliete il dato positivo del 2011 (10,1) il dato aggregato di -28 diventa -38,1, che è la somma di cui il duo CO-CO parla da prima che iniziasse il calcio mercato.
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: Stavrogin - Settembre 01, 2016, 02:20:59 pm
(http://www.calcioefinanza.it/wp-content/uploads/2016/04/Schermata-2016-04-19-a-17.00.35.png)

Eccolo qui.

Basterà inserire il risultato d'esercizio 2016 (dato dal bilancio rettificato ai fini del fpf) per ottenere la situazione aggiornata.

PS . nell'ultima riga, se togliete il dato positivo del 2011 (10,1) il dato aggregato di -28 diventa -38,1, che è la somma di cui il duo CO-CO parla da prima che iniziasse il calcio mercato.

Chiarissimo, il problema è capire se i DV si "accontenano" di rientrare nei limiti del FPF, o vogliono proprio rientrare del tutto delle vecchie perdite...
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: claudinski - Settembre 01, 2016, 02:26:40 pm
(http://www.calcioefinanza.it/wp-content/uploads/2016/04/Schermata-2016-04-19-a-17.00.35.png)

Eccolo qui.

Basterà inserire il risultato d'esercizio 2016 (dato dal bilancio rettificato ai fini del fpf) per ottenere la situazione aggiornata.

PS . nell'ultima riga, se togliete il dato positivo del 2011 (10,1) il dato aggregato di -28 diventa -38,1, che è la somma di cui il duo CO-CO parla da prima che iniziasse il calcio mercato.

Fammi capire. bisogna rientrare di altri 18?  >:( >:(
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: claudinski - Settembre 01, 2016, 02:28:34 pm
(http://www.calcioefinanza.it/wp-content/uploads/2016/04/Schermata-2016-04-19-a-17.00.35.png)

Eccolo qui.

Basterà inserire il risultato d'esercizio 2016 (dato dal bilancio rettificato ai fini del fpf) per ottenere la situazione aggiornata.

PS . nell'ultima riga, se togliete il dato positivo del 2011 (10,1) il dato aggregato di -28 diventa -38,1, che è la somma di cui il duo CO-CO parla da prima che iniziasse il calcio mercato.



Chiarissimo, il problema è capire se i DV si "accontenano" di rientrare nei limiti del FPF, o vogliono proprio rientrare del tutto delle vecchie perdite...

Il FPF è fuffa per rispettarlo bastava finire in sostanziale pareggio se cosi non fosse roma e inter dovrbbero avere il mercato chiuso da anni ..ma pure il milan mi pare
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: alex1950 - Settembre 01, 2016, 02:48:47 pm
Inter e Roma, infatti, sono sotto esame, il Milan non lo è solo perché son tre anni che son fuori dalle coppe.
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: alex1950 - Settembre 01, 2016, 10:42:16 pm
Le liste uefa oggi pubblicate sono significative.
La Roma ha potuto inserire solo 22 giocatori.
L'Inter ha dovuto tener fuori Gabigol, Joao Mario, Kondobia e Jovetic.
Perché entrambe sono sotto esame per i conti sballati.

Invito Fumogenoviola2 a leggere a proposito di conti e di bilanci anche quest'articolo

http://www.violanews.com/news-viola/lesperto-fiorentina-ogni-anno-la-cessione-di-un-big-per-evitare-di-chiudere-in-rosso/
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: alex1950 - Dicembre 23, 2016, 04:35:18 pm
http://www.violanews.com/video/panerai-corvino-dovra-rientrare-anche-nel-prossimo-mercato/

Ascoltando le parole del Dr. Panerai (che parla di 48 mln di deficit nel 2014) ..onestamente non si capisce di cosa questo Signore stia parlando ???
Il 2014 era due esercizi fa, nel mezzo c'è stato ... il 2015, 2015 che si è articolato, tra l'altro con le vendite di Cuadrado e Savic senza spese in entrata significative ...e sarebbe anche passato tutto il 2016, nel quale è stato ceduto un certo ..Alonso e le spese relative agli acquisti non mi risulta siano state superiori a quelle del 2015 !!!

Mah ...aspetto solo la ..beatificazione del mago di Vernole, poi siamo a posto.
Non mi meraviglia che questa società perda ..anche tutte le cause giudiziarie .. (l'ultima è quella relativa a Benalouane ...).
Con questi non si vince ! ..e temo non si vincerà mai.

A proposito, lasciamo perdere il mercato e ..strane idee di rafforzamento nel prossimo mese di gennaio: non c'è ..trippa per i gatti .."Corvino dovrà rientrare anche nelle prossime sezioni di mercato" ...
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: Fumogenoviola2 - Dicembre 23, 2016, 08:57:45 pm
Dai che una volta avviato il progetto stadio  vendono  ;D
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: Violeggiare - Dicembre 23, 2016, 09:04:06 pm
Se ciao.

Magari vendono ( e si lean da i coglioni) ma lo stadio per me resta un'utopia.

Ad oggi non ci sono i fondi per smantellare la zona Mercafir, è' tornato di nuovo tutto in stallo.

Andrea Delle Balle continua a spostare la presentazione stadio ad ogni intervista.

Ieri sera ha detto fine gennaio, aveva iniziato con "prima di Natale".
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: Fumogenoviola2 - Gennaio 03, 2017, 12:52:00 pm
Ecco il bilancio 2016
Nuova perdita per la banda del buco (e dei buchi).

(https://s27.postimg.org/pys06lohf/bilancio_48milioni.png)
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: Stavrogin - Gennaio 03, 2017, 05:31:55 pm
 ;D :lachen7:  :lachen70:
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: alex1950 - Aprile 05, 2017, 06:02:44 pm
Due parole due sulla terza qualificazione alla finalissima di Coppa Italia della Lazio negli ultimi 5 anni.
La Lazio ha suppergiù le nostre dimensioni economiche, sia in termini di fatturato che di diritti tv, etc. etc.

Qual è la differenza sostanziale allora che permette a quella società di arrivare ad obbiettivi abbastanza costanti che qui a Firenze sono invece saltuari ed inferiori ?

Io vedo solo una motivazione di fondo ma importante più delle altre che pure ci sono:

questi hanno una struttura snella dove c'è un Presidente (Lotito ..che al pari della tifoseria laziale io non vorrei nemmeno in fotografia) coadiuvato da un DS, Tare, ed un Club Manager, Peruzzi, che sanno di calcio, consigliano sui giocatori da prendere, da tenere e da vendere ...e BASTA. Non ci sono altre figure ..SUPERFLUE.

Sentite mai dichiarazioni da parte di Tare e/o Peruzzi, oppure da parte dei consiglieri, amministratori, sindaci revisori, che pure ci sono  ???

Qui, per me, sta la differenza fondamentale ... tra chi capisce di calcio e chi no.
Punto.

Un esempio: Milinkovic-Savic, e quello che successe due anni fa coi nostri ...numerosi dirigenti che andarono a prendere il giocatore in Belgio.... dimenticandosi di farlo firmare subito, roba da ... ricovero, (come avrebbe detto il povero Ciuffi) !
Ci raccontarono che questo era un ... bambino che s'era messo a piangere, etc. etc.

Ora quanto vale questo giocatore ?
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: Nevyce - Aprile 05, 2017, 06:41:52 pm
Come al solito quando portate gli esempi fate risaltare solo quello che volete voi. Le analisi superficiali nascondono delle magagne (anche grosse) coperte dai risultati sportivi e i meriti dell'allenatore della Lazio.

Cosa si sarebbe detto qua se la dirigenza avesse seguito Bielsa fino a Luglio, poi l'allenatore argentino avesse rifiutato perchè erano state disattese alcuni accordi, e poi la dirigenza avesse virato sull'ex allenatore della primavera che era diretto alla SALERNITANA?????????
 
Semplicemente Inzaghi è un OTTIMO allenatore che con una squadra che ha come primi cambi Patric, Murgia, Lombardi, Djordjevic e Luis Alberto (questo non lo scriviamo eh mi raccomando) sta facendo un miracolo in campionato con quello che ha, lavora al 100% senza rompere i coglioni se non gli prendono quello che vuole lui come tutti gli allenatori con un cervello nella testa
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: alex1950 - Aprile 05, 2017, 07:50:10 pm
Mi stai attribuendo cose che non ho scritto.
Se vincere due coppe Italia negli ultimi 10 anni e fare 3 finali negli ultimi 5 è SUPERFICIALITA' è UN PROBLEMA TUO, NON MIO.

Contestami sui contenuti e non per quello che scrivo io !

In quanto ad Inzaghi, unico appunto tecnico, ciò non fa che avvalorare quello che sto dicendo da sempre, e che ribadisco senza cambiare una virgola: l'allenatore conta al massimo per il 25 %, quello che conta di più sono quelli che tirano calci al pallone....
la Lazio ha dei buoni giocatori, non dei campioni, pochi, ma buoni.
Quando gioca con la formazione tipo può mettere in difficoltà chiunque.
Calciatori come Biglia, Parolo e Milinkovic-Savic a centrocampo, Immobile ed Anderson in attacco, Basta De Vry, Radu Lulic e qualcun altro tante società se li sognano ... E, ribadisco hanno un tris di dirigenti sempre sul pezzo h24, cosa che noi non abbiamo.

O mi vuoi dire che il ns Presidente segue giornalmente la squadra ai campini e che tra allenatore DS e società c'è accordo su tutto ...

Contestami su questo coi fatti !
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: Nevyce - Aprile 05, 2017, 08:36:40 pm
Mi stai attribuendo cose che non ho scritto.
Se vincere due coppe Italia negli ultimi 10 anni e fare 3 finali negli ultimi 5 è SUPERFICIALITA' è UN PROBLEMA TUO, NON MIO.

Contestami sui contenuti e non per quello che scrivo io !

In quanto ad Inzaghi, unico appunto tecnico, ciò non fa che avvalorare quello che sto dicendo da sempre, e che ribadisco senza cambiare una virgola: l'allenatore conta al massimo per il 25 %, quello che conta di più sono quelli che tirano calci al pallone....
la Lazio ha dei buoni giocatori, non dei campioni, pochi, ma buoni.
Quando gioca con la formazione tipo può mettere in difficoltà chiunque.
Calciatori come Biglia, Parolo e Milinkovic-Savic a centrocampo, Immobile ed Anderson in attacco, Basta De Vry, Radu Lulic e qualcun altro tante società se li sognano ... E, ribadisco hanno un tris di dirigenti sempre sul pezzo h24, cosa che noi non abbiamo.

O mi vuoi dire che il ns Presidente segue giornalmente la squadra ai campini e che tra allenatore DS e società c'è accordo su tutto ...

Contestami su questo coi fatti !
Non sto contestando quello che hai scritto, anche io sono d'accordo con quello che dici in riferimento ai dirigenti, sto solo facendo vedere l'altra faccia di quello che è successo alla Lazio questa estate, ovvero che da nessuna parte (o quasi) ci sono solo rose e fiori, ovunque ci sono sia cose fatte bene che cose fatte male. Come ho scritto prima, vorrei sapere cosa si sarebbe detto se al 9 luglio si fosse annunciato l allenatore della primavera dopo aver seguito Bielsa..
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: Nevyce - Aprile 05, 2017, 11:42:14 pm
Aggiungo una cosa che mi è venuta in mente ora:
L'anno scorso in coppa italia abbiam perso in casa col carpi, poi dovevi affrontare milan e alessandeia.... sarà colpa della dirigenza se perdi in casa col carpi?!?!?!?
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: sololaviola - Aprile 05, 2017, 11:43:12 pm
Alla fine però contano i risultati. Anche la juve sbaglia sul mercato, mica fanno solo affari? La differenza è che loro vincono. Certo, la juve ha un altro livello di entrate ma la lazio riesce a vincere con le nostre stesse entrate. Non si può negare che la dirigenza romana lavora molto meglio rispetto alla nostra.
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: sololaviola - Aprile 05, 2017, 11:45:09 pm
Aggiungo una cosa che mi è venuta in mente ora:
L'anno scorso in coppa italia abbiam perso in casa col carpi, poi dovevi affrontare milan e alessandeia.... sarà colpa della dirigenza se perdi in casa col carpi?!?!?!?

Il punto è che noi ci abbiamo perso e la lazio no. Per quale motivo noi usciamo sempre dalla coppa e la lazio riesce ad arrivare in fondo? Probabilmente l'errore della dirigenza è stato quello di costruire una squadra senza palle.
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: Nevyce - Aprile 06, 2017, 07:20:05 am
Aggiungo una cosa che mi è venuta in mente ora:
L'anno scorso in coppa italia abbiam perso in casa col carpi, poi dovevi affrontare milan e alessandeia.... sarà colpa della dirigenza se perdi in casa col carpi?!?!?!?

Il punto è che noi ci abbiamo perso e la lazio no. Per quale motivo noi usciamo sempre dalla coppa e la lazio riesce ad arrivare in fondo? Probabilmente l'errore della dirigenza è stato quello di costruire una squadra senza palle.
Ah su quello sono d'accordissimo, a cominciare dagli allenatori
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: alex1950 - Agosto 17, 2017, 06:10:00 pm
Strana situazione.
Il PSG spende oltre mezzo miliardo per Neymar e la Uefa sta a guardare

Il Milan passa di mano, la società cinese non ha i soldi per fare il closing, se li fa prestare da un fondo americano, ...per fare oltre 200 mln di acquisti (quasi l'equivalente di quanto ha messo Della Valle in 15 anni di Fiorentina) chiede soldi alle banche, deve farsi rilasciare una serie infinita di fideiussioni bancarie - tant'è che l'operazione Kalinic non si conclude per mancanza, o poca affidabilità delle garanzie - e la Uefa valuterà  i conti del Milan ottobre, quando le coppe europee saranno già a metà dei gironi di competenza ....

Sembra che anche in Europa la giustizia funzioni a due velocità.... e chi ruba una ...mela ha più probabilità  di finire in carcere di chi truffa migliaia di risparmiatori con prodotti taroccati !!

Il FPF è ormai uno specchietto per le allodole ... solo a Firenze viene preso sul serio.
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: Stavrogin - Agosto 17, 2017, 06:39:52 pm
La UEFA non può mica vietare gli acquisti a priori.
Se PSG non rientrerà dalle spese allora l'UEFA interverrà.

Il Milan in autunno sarà sottoposto a un esame da cui scaturirà un agreement che definirà i vincoli di rientro dalle spese.

Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: alex1950 - Agosto 17, 2017, 07:10:03 pm
È tutta una buffonata.
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: Stavrogin - Agosto 18, 2017, 10:18:20 am
Dài alex non scadiamo nel grillismo...

Ci sono molte cose poco chiare nel FFP, ma se ci si è informati un minimo su come funziona non ci si può aspettare che a una squadra non sottoposta a settlement agreement venga proibito di fare acquisti.
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: alex1950 - Agosto 18, 2017, 01:28:28 pm
Io scrivo quello che penso in base a quello che vedo, dopo essermi informato.

Il FPF ha un senso se tutte le società  ne rispettano le regole.
Una delle quali dice che una società non può spendere più di quello che incassa.
L'affare Neymar costerà al Psg oltre 100 mln l'anno tra stipendio ed ammortamento. Siccome i.Psg partecipa già alla CL ed è ai vertici nazionali ormai da anni l'unico modo che avrebbe per aumentare i ricavi sarebbe che raddoppiassero i diritti tv e vendesse 30 o 40 mln di magliette in più tutti gli anni. Cosa difficile.

Però,  per evitare tutto ciò,  sembra che la società del Qatar (o una società tra le tante che fanno capo al presidente del Psg) abbia dato i soldi direttamente al  giocatore che si è pagato il cartellino  e non ha pesato sui bilanci  !!!!?????
Ci sarebbe poi anche da disquisire sulle sponsorizzazioni, ma non frega certamente all'Uefa, sulle terze parti men che meno.
In Italia nel nostro piccolo, si sta ancora aspettando di sapere se la sponsorizzazione del Sassuolo è regolare o no ....

Se questo sembra normale ?
A me no.

******

Prendiamo il Milan.
Sempre il FPF dice che non ci si può indebitare con le banche per finanziare la propria campagna acquisti.
A parte la nebulosita di chi sia esattamente dietro al passaggio di proprietà del Milan, ma come si può giustificare cne, se cambia il padrone, questo per una stagione può fare debiti a proprio piacimento ???
Che regolarità  ha anche questo ???

La sensazione è  che fatta la legge in poco tempo si sian trovati non uno ma tanti inganni.
Ma soprattutto che la legge non è uguale per tutti, e che non si gioca tutti allo stesso tavolo, perché ci sono quelli che ...barano, sapendo di barare ed essendo certi di farla franca.

Domanda:
Ma chi parteciperebbe ad una gara automobilistica partendo con una macchina di media cilindrata, sapendo che c'è invece chi parte con una Ferrari, chi con una Lamborghini e chi con una Jaguar ?

Anche questo non mi sembra normale.
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: sololaviola - Agosto 18, 2017, 02:45:42 pm
30 milioni di magliette in più? Hai un po' esagerato  ;D
Non guadagnano una ventina di euro a maglietta? Poi si dovrebbe capire chi gestirà i diritti di immagine. Da quello potrebbero ricavare molti soldi...

Per il resto concordo...
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: alex1950 - Agosto 18, 2017, 03:26:48 pm
Si, in effetti ...
Intendevo come controvalore.
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: alex1950 - Settembre 02, 2017, 12:32:36 pm
http://www.fiorentina.it/luefa-apre-uninchiesta-sul-psg-per-violazione-fair-play-finanziario/

Vediamo cosa imbastiscono.
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: Stavrogin - Settembre 02, 2017, 04:43:24 pm
Giusto così.
Non è che possono impedire gli acquisti a priori, sulla base di illazioni.
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: alex1950 - Giugno 28, 2018, 12:49:58 pm
Io scrivo quello che penso in base a quello che vedo, dopo essermi informato.

Il FPF ha un senso se tutte le società  ne rispettano le regole.
Una delle quali dice che una società non può spendere più di quello che incassa.
L'affare Neymar costerà al Psg oltre 100 mln l'anno tra stipendio ed ammortamento. Siccome i.Psg partecipa già alla CL ed è ai vertici nazionali ormai da anni l'unico modo che avrebbe per aumentare i ricavi sarebbe che raddoppiassero i diritti tv e vendesse 30 o 40 mln di magliette in più tutti gli anni. Cosa difficile.

Però,  per evitare tutto ciò,  sembra che la società del Qatar (o una società tra le tante che fanno capo al presidente del Psg) abbia dato i soldi direttamente al  giocatore che si è pagato il cartellino  e non ha pesato sui bilanci  !!!!?????
Ci sarebbe poi anche da disquisire sulle sponsorizzazioni, ma non frega certamente all'Uefa, sulle terze parti men che meno.
In Italia nel nostro piccolo, si sta ancora aspettando di sapere se la sponsorizzazione del Sassuolo è regolare o no ....

Se questo sembra normale ?
A me no.

******

Prendiamo il Milan.
Sempre il FPF dice che non ci si può indebitare con le banche per finanziare la propria campagna acquisti.
A parte la nebulosita di chi sia esattamente dietro al passaggio di proprietà del Milan, ma come si può giustificare cne, se cambia il padrone, questo per una stagione può fare debiti a proprio piacimento ???
Che regolarità  ha anche questo ???

La sensazione è  che fatta la legge in poco tempo si sian trovati non uno ma tanti inganni.
Ma soprattutto che la legge non è uguale per tutti, e che non si gioca tutti allo stesso tavolo, perché ci sono quelli che ...barano, sapendo di barare ed essendo certi di farla franca.

Domanda:
Ma chi parteciperebbe ad una gara automobilistica partendo con una macchina di media cilindrata, sapendo che c'è invece chi parte con una Ferrari, chi con una Lamborghini e chi con una Jaguar ?

Anche questo non mi sembra normale.

Nella sentenza preannunciata ieri sulla squalifica del Milan dalla competizione europea per un anno (apparentemente per due ma l'equivoco derivava dal fatto, molto ..discutibile che l'Uefa non sapeva o fingeva di non sapere che il Milan era già qualificato !)....non si pone il problema della proprietà,  se sia cinese o americana o di altra nazione, se possa o meno adempiere al rifinanziamento del club, ma SEMPLICEMENTE sul fatto che per 3 anni, dal 2014 al 2017 hanno sempre sforato i criteri del DEBITO massimo STABILITO DAL FAIR PLAY FINANZIARIO.

Quindi, in teoria il Tas non dovrebbe ....modificare alcunché....uso il condizionale perché il nome ed il prestigio del club rossonero ne rendono, purtroppo, possibili anche..la sua riammissione POLITICA alla competizione EL.

Fossimo noi al loro posto ... di anni di squalifica ce ne avrebbero dati ...3 !!!!

Tuttavia, detto questo, una domanda mi sorge ..spontanea  ...

....ma se il Milan non può giocare in Europa per problemi finanziari, ...COME *azzo HA FATTO  A GIOCARE NEL CAMPIONATO ITALIANO ???

Noi siam dovuti ripartire dalla C2 per molto, molto meno .......

Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: Stavrogin - Giugno 28, 2018, 01:03:28 pm
1) l'annuncio di ieri era sintetico, le motivazioni complete della sentenza non sono ancora state diffuse.
Il problema dei bilanci 2014-17 è il motivo all'origine dell'intera indagine sul Milan, per quello lo scrivono nell'annuncio sintetico.
Poi però c'è stato: il rifiuto del Voluntary Agreement, motivato dalla valutazione negativa del piano di sviluppo presentato per rientrare nei parametri; dopo ancora, il rifiuto del Settlement Agreement, motivato dalla valutazione negativa sulla possibilità di rifinanziare i debiti. E ora la decisione sulla sanzione da imporre, le cui motivazioni finali non sono ancora note, ma che sicuramente includono (oltre alla causa prima del procedimento, citato nell'annuncio) anche le perplessità sul rifinanziamento del debito (il che vuol dire in pratica: questo Li non si capisce chi sia, dove trovi i soldi, che solidità patrimoniale abbia, che storia creditizia abbia).

2) il Milan si può iscrivere al campionato perché la Serie A non ha le stesse regole del FFP della UEFA, semplicemente.
La nostra situazione era molto diversa, si trattava di un fallimento, questo Milan è ben lontano da fallire, paga gli stipendi, paga i fornitori, quello che può succedere semmai è che Li non pagando i debiti vs il fondo Elliott sia costretto a cedergli il club. Un cambio di proprietà quindi, non certo un fallimento.
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: alex1950 - Giugno 28, 2018, 02:09:57 pm
Il Milan ha circa 600 mln di € di debiti finanziari, che vengono rifinananziati da vari fondi a tassi dell'8% (coi quali fa campagne acquisti faraoniche) riesce a pagare stipendi e spese di gestione con la liquidità che gli garantiscono diritti tv, incassi da stadio sponsor e marketing, ma l'ultimo suo bilancio è stato prorogato di 6 mesi e nonostante ciò ha chiuso con un deficit di oltre 70 mln.

Il fatto è che nel calcio italiano nessuno controlla nulla ( ne è stato ultimo esempio il Parma) né la Lega né la FIGC, ...anzi il suo presidente, Malagò,  si è detto dispiaciuto per l'esclusione del Milan e si è addirittura ..augurato che il Tas capovolta la sentenza !!!!! ..siamo a questo punto !

La Fiorentina fallì per 40 mln di €, ma meglio occorrerebbe dire che fallì il suo proprietario (che come gruppo Finmavi aveva meno debiti del ... Milan attuale), che, con la sua ...insipienza imprenditoriale, trascino nel fallimento anche la squadra di calcio (penso solo ai 35 mln distratti dal bilancio societario della vendita di Batigol ...)
Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: alex1950 - Luglio 31, 2018, 04:50:57 pm
Questo il FPF della Fiorentina:
Non ci sarebbe bisogno di commenti se non osservare che la cura da cavallo propinata lo scorso anno, é  stata fatta su una situazione sempre al limite del range permesso dalle norme,  MAI SPLAFONATE, e rilevare, amaramente, che tali dati permetterebbero alla società di avere circa 90 mln da utilizzare, in bonis,  prima di incorrere nei richiami della Uefa .... per quello che vale, naturalmente, visto l'ultimo caso Milan.

Paragonata ad una società con un affidamento bancario, questa è rimasta sempre  nei fidi, quindi, tutti gli allarmismi sui bucodibilancio erano solo ..fumo negli occhi.

... ognuno tragga le proprie conclusioni.

Ad onor di cronaca, mi preme sottolineare che, da bilancio, persiste sempre il finanziamento di 15 mln fatto dalla proprietà (Non è stato rimborsato), che Borja V. c' stato ceduto ad una cifra superiore a quella di Ilicic e che per far fronte alle spese correnti nel 2017 si è ricorsi al finanziamento bancario.

Niente è stato fatto per aumentare le e entrate, ma si continua a risolvere il mancato aumento di fatturato con le plusvalenze, ma, mentre fino a 3,4 anni fa il Presidente lo considerava un handicap, adesso è diventato quasi motivo di orgoglio.

Che dire ? Il tutto non fa una grinza è talmente asettico che mi viene da pensare che, forse, non ci fosse questa stramaledetta passione per la Fiorentina, ...sarebbe meglio occuparsi di altro.

(http://www.sitohd.com/siti/19331/foto/401343.jpg)

Titolo: Re:FAIR PLAY FINANZIARIO
Inserito da: sololaviola - Luglio 31, 2018, 05:15:57 pm
Sul piano economico sei sempre precisissimo...  ;D

Poi non ci dobbiamo incazzare...