Autore Topic: LE SCELTE DI DIEGO  (Letto 2668 volte)

Fumogenoviola2

  • Ottimotifoso
  • ****
  • Post: 1604
  • NON SEI UN VERO FIORENTINO SE NN ODI IL CIABATTINO
    • Mostra profilo
Re:LE SCELTE DI DIEGO
« Risposta #75 il: Ottobre 27, 2016, 03:41:10 pm »
Vabbè dai penso che nessuno se la prenderebbe con Antognoni per colpe non sue...

No no
Io intendevo che prendendo Antognoni cercano di addolcire la piazza che con sta stagione di mer*a alle porte li contesterebbe pesantemente.
Ci mancherebbe che ce la prendiamo con Antognoni..

Stavrogin

  • Violanato
  • *****
  • Post: 6353
  • Un'altra qualità
    • Mostra profilo
Re:LE SCELTE DI DIEGO
« Risposta #76 il: Ottobre 27, 2016, 06:16:50 pm »
Vabbè dai penso che nessuno se la prenderebbe con Antognoni per colpe non sue...

No no
Io intendevo che prendendo Antognoni cercano di addolcire la piazza che con sta stagione di mer*a alle porte li contesterebbe pesantemente.
Ci mancherebbe che ce la prendiamo con Antognoni..

Sai mai..
Ho visto interisti prendersela con Zanetti per la questione Icardi vs Curva.. 
#CognigniOut

sololaviola

  • Global Moderator
  • Violanato
  • *****
  • Post: 16804
    • Mostra profilo
Re:LE SCELTE DI DIEGO
« Risposta #77 il: Ottobre 27, 2016, 06:55:18 pm »
Ed i milanisti con Maldini?

alex1950

  • Violanato
  • *****
  • Post: 5690
  • #soloperlamaglia#
    • Mostra profilo
Re:LE SCELTE DI DIEGO
« Risposta #78 il: Febbraio 24, 2017, 05:26:40 pm »
LA COSTRUZIONE DI UN FALLIMENTO PERFETTO
"Intanto iniziamo a capire bene le cose, qualsiasi processo individuale significa evitare di capirle.
È una situazione che possiamo anche banalizzarla e quindi arrivare poi al provvedimento sull'allenatore che è la cosa più banale che si fa nel calcio,la più banale.
Bisogna indagare come abbiamo costruito questo fallimento,perché questo fallimento la Fiorentina l'ha proprio costruito.
Non era naturalmente portata al fallimento,non era questo l'andazzo della squadra.
La solidità,la tecnica,la tattica di quest'avventura non ti portavano naturalmente al fallimento,te lo sei costruito con un lavoro continuo di delegittimazione di tutto l'ambiente,di tutte le parti dell'ambiente.
E il vero fallimento ieri te lo dimostra il fatto che poteva essere l'ultima partita dell'anno,visto che il campionato l'hai già compromesso e fuori dalla C.Italia,e in queste partite io non conto quanti vanno allo stadio,ma i posti vuoti....e mancavano almeno 15 mila persone.
E allora come mai una città così appassionata arriva non a 25 mila persone allo stadio ma a -15 mila,cioè i posti vuoti,perchè io conto i posti vuoti....e hai costruito questo fallimento.
La società ha cominciato un'opera di delegittimazione del lavoro dell'allenatore a gennaio scorso,l'ha proseguita in estate dicendo una fesseria clamorosa che noi gli abbiamo lasciato raccontare cioè...."tuteliamo una squadra che è stata prima".
Si,prima,ma in un pezzettino solo della stagione,quello migliore,e non nell'interezza che ti dà sempre una dimensione di quello che sei.
Una stagione intera ti dice quello che sei,2/3 mesi ti possono ingannare,in positivo e in negativo.
Quindi la Fiorentina era uscita ai sedicesimi di Europa Legue e arrivata 5 in campionato,facendo 3/4 pt in meno della squadra dell'anno prima che infatti era più forte.
Era stata una stagione logica,ma tutta intera...se tu guardavi la squadra che era stata prima ti ingannavi perché in quel momento c'era uno stato di grazia di tutti,dei giocatori,dell'allenatore,di tutti.
Quindi tu hai cominicato a mettere in difficoltà l'allenatore raccontando una 'fregnaccia",l'hai raccontata...perché se tu gli dici che questa è la squadra che è arrivata prima,gli stai chiedendo una cosa che non può dare.
A sua volta l'allenatore,da 10 mesi,ogni volta che apre bocca in questioni che riguardano la società la delegittima,la ridicolizza ("ho questi...alleno questi...devo migliorare quelli che ho...")e ogni tanto fa qualche mossa per far vedere quelli che ha,la fa,ogni tanto diminuisce il valore della squadra per dire....se io faccio giocare quelli che mi hanno comprato,la squadra va giù.
Non c'è mai stata una comunicazione dalla società verso l'allenatore e viceversa,pensavano solo a mettere i tifosi contro l'uno e l'altro,ma hanno finito per mettere i tifosi contro tutti,contro tutti e due,un'equivalente contestazione alla società e all'allenatore,un disinnamoramento così dell'avventura,cosicché la partita decisiva non era decisiva.
Era più forte l'attrazione allo sfascio che la voglia di andare avanti in quest'avventura.
Hanno costruito un fallimento,tutti,quindi adesso non devono dare la colpa a nessuno perché ce l'hanno tutti!
Qual è la medicina?
La medicina è guardarsi allo specchio,anzi no,quando ti guardi allo specchio parli da solo....guardarsi in faccia con gli altri e dire....vogliamo fare calcio o no?
Perché non puoi fare calcio ogni 4 anni e poi cercare di andarci avanti per 5 anni,il calcio lo devi fare sempre,in continuazione.
E devi mettere nel conto che il calcio è un'azienda sana e che puoi sbagliare molto,è questa la differenza con altre aziende.
Per questo tanti presidenti,con la passione,si sono un po' rovinati...ci hanno perso dei soldi,magari hanno conquistato gloria eterna.
Moratti è il più grande petroliere d'Italia,la famiglia Moratti,ma passano alla storia per la grande Inter o per quella del Triplete,quindi il calcio dà anche eh,il calcio dà immortalità che nemmeno se sfondi petrolio in tutte le parti del mondo,dalla Saedegna all'Africa,quindi....quindi....ci si guarda in faccia e si decide che calcio si vuole fare.
Se siamo legati ad una vicenda urbanistica,significa che il calcio non è il nostro interesse.
L'interesse è un altro,che se ci va bene facciamo calcio...ma allora bisogna guardarsi in faccia....bisogna guardarsi in faccia e dire.....che calcio vogliamo fare.
È STATO COSTRUITO UN FALLIMENTO PERFETTO"
(Marco Bucciantini ,UN PAIO D'ORE FA IN RADIO)
./. copiato da Facebook


..non aggiungo una parola, ma sottoscrivo TUTTO.
..hanno undici maglie viola, il colore più bello che c'è ..

alex1950

  • Violanato
  • *****
  • Post: 5690
  • #soloperlamaglia#
    • Mostra profilo
Re:LE SCELTE DI DIEGO
« Risposta #79 il: Febbraio 25, 2017, 05:46:14 pm »
Arroganza, mediatori e frasi fatte: un fallimento che nessuno ha evitato

(da La Repubblica 24/02/2017 - articolo di B. Ferrara)

Con la logica delle plusvalenze prioritarie e con un allenatore demotivato difficilmente si ottengono grandi risultati. Più facile scoprirsi fragili e incapaci di qualsiasi reazione: lo spirito della squadra sarà quello di chi aspetta solo la fine della stagione, esattamente come quello del tecnico, che non vede l’ora di cambiare città, e quello della società, che sta lavorando su un materiale umano che in gran parte appartiene a programmi precedenti e che adesso segue un progetto alla meno, quindi senza soldi ma con molte parole, spesso buttate lì a caso in pasto alla propaganda del gergo calcistico, quello scopiazzato dalla politica dei giorni nostri: fuffa.

Beh, l’ultima notte di coppa ha portato finalmente alla luce la verità di questo progetto senza molto senso, perché qualsiasi manager, anche il più cinico e gelido, avrebbe capito che le premesse di questa stagione non avrebbero portato da nessuna parte. Diciamo subito che sono tutti responsabili di questo fallimento complessivo: la proprietà, la società, il tecnico e la squadra. Nessuno si salva, a parte qualche giocatore che ci mette sempre l’anima. Pochi, e sono sotto gli occhi di tutti. In ogni caso la storia inizia un anno fa, quando, dopo una partenza straordinaria, colpo di coda della Fiorentina di Montella rafforzato dall’esplosione di Nikola Kalinic, Paulo Sousa capisce che non c’è trippa per gatti. Lui si incupisce, Pradè viene fatto fuori perché non piace a Fali Ramadani e quindi a Cognigni, tutto inizia a sgretolarsi per essere messo nelle mani di Corvino, che invece recita abilmente la parte di quello che va d’accordo con tutti.

Soldi quasi zero, Alonso viene venduto a fine mercato, a Sousa viene detto di stare zitto che è meglio. Lui e Diego sono due ego forti e testardi. Il portoghese sa di aver già finito la sua storia perché la squadra non è all’altezza della sua ambizione (e presunzione), e fa fuoriuscire notizie sulla cena coi dirigenti dello Zenit. Prandelli lo hanno cacciato per una telefonata con Bettega, magari con una cena si chiude il discorso. No, non basta una cena e non bastano le battute sul mercato come aveva fatto Montella, Paulo Sousa chiude con la proprietà e obbedisce a Cognigni, le battute arriveranno sul campo: scelte discutibili, iniziando dal recupero a Genova, quando la posizione di Milic non è stata capita nè dalla squadra, nè dallo stesso Milic, nè dai suoi dirigenti. Messaggi, provocazioni. E avanti così: giocatori umiliati e fuori ruolo. Il rapporto è rotto, Borja Valero ha capito che se la Roma fosse andata in Champions sarebbe stato venduto, Gonzalo non accetta un contratto alla meno, Badelj neanche discute.

La gestione della fine del ciclo è demenziale. L’arroganza ha il sopravvento. E l’arroganza e la presunzione sono malattie che generano disastri. Nel frattempo Ramadani, adorato perché porta sempre soldi in cassa, fa il mediatore con i cinesi, ma Kalinic dice no. La Fiorentina ufficialmente non ne sa niente.

Una domanda: come fa a funzionare una squadra piena di giocatori che sanno di essere un peso (Corvino ha il compito di abbassare il monte ingaggi), con un allenatore che non ci crede neanche un po’, i dirigenti che ripetono frasi fatte come un mantra?
Il vero mistero non è il fallimento, è come nessuno abbia fatto nulla per evitare che finisse così. E sarebbe bastato poco. Solo un po’ di coraggio

..anche qui non aggiungo una parola.
..hanno undici maglie viola, il colore più bello che c'è ..

alex1950

  • Violanato
  • *****
  • Post: 5690
  • #soloperlamaglia#
    • Mostra profilo
Re:LE SCELTE DI DIEGO
« Risposta #80 il: Maggio 22, 2017, 02:25:51 pm »
http://www.firenzeviola.it/primo-piano/ddv-viola-il-divertimento-dov-e-la-cessione-242489

Non parteciperò alla conta, non parteciperò a nessuno dei sondaggi che stanno dilagando su tutti i siti che si occupano di Fiorentina, perché ritengo le affermazioni di DDV volutamente provocatorie, tendenti solo a dividere ancora di più la tifoseria viola, sia chi contesta apertamente i DV, sia chi ha paura di tornare a "spalare la neve a Gubbio".

Stai a vedere che la COLPA dell'ultima stagione SPORTIVA, e di metà di quella passata è da attribuire alla tifoseria ?!?!?!
Stai a vedere che il "divertimento" gli è venuto meno sentendo "contestare" i tifosi che sono andati a Palermo, o che han visto la squadra perdere con l?Empoli in casa mentre loro se ne stavano a Miami Beach ?!?!
Stai a vedere che i "buchi di bilancio" li han fatti ... i cori "bisogna spendere, per vincere" ??!!

Sta solo a loro (a Diego in primis) decidere se considerare la Fiorentina un "hobby" o qualcosa di più.

Se pensano di meritarsi un plebiscito "bulgaro", per restare alla guida, dovevano comperare una squadra di un'altra città.
Bastava aver studiato un po' ... nei libri di storia ...
Se loro pensano che aver preso la Fiorentina sia stata sola una rimessa, sono padronissimi di vendere al miglior offerente un'attività che complessivamente gli ha portato solo perdite. ???

E' dallo scorso anno che ho posto, principalmente a Diego,  mi sono posto il problema, mi son fatto la domanda di che cosa volessero e vogliono  effettivamente fare della Fiorentina.


Se   ritengono che l'obbiettivo principale di una SOCIETA' di CALCIO sia quello di tenere in ordine i bilanci, lo si può fare benissimo anche con ...uno studio di commercialisti, visto che non appena l'asticella sportiva si alza di qualche spanna, si corre subito a smontare tutto.

Nelle tre o quattro frasi di Diego non c'è neppure un accenno al progetto stadio-cittadella, forse l'unico appiglio che li tiene legati ancora a Firenze. Appiglio, tra l'altro molto ma molto lontano dall'essere EFFETTIVO (forse per il fatto che se non trovano soci finanziari, tutto decadrà inevitabilmente).
Del resto, non ci vogliono ...  studi oxfordiani,  ammesso che alla fine parta, per comprendere quante decadi saranno necessarie perché l'investimento inizi a produrre degli utili ?

....

Personalmente avevo creduto TANTO nella famiglia DV, almeno fino al 2010.
Li avevo sostenuti nella vicenda di calciopoli, nella lotta sulla ripartizione dei diritti tv, nella guerra iniziale al Palazzo.
Mi ero rinfrancato quando ripartirono col ciclo del "tiki-taka".
Poi mi son dovuto ricredere. Nuovamente.
Lo scrivo con amarezza, per quello che poteva essere, che poteva diventare, per le premesse (o promesse), disattese sempre di più.
Per la mancanza di un minimo di autocritica, per l'arroganza con la quale ci trattano (da "clienti" a "tifosi sciocchi"), per la sufficienza con la quale trattano Firenze, come fosse l'ultima città dell'impero (quello loro), per l'indecisione nelle loro scelte (tecniche) la mancanza di chiarezza (di obbiettivi) la molteplicità di "voci" dirigenziali che si accavallano (dicendo spesso cose discordanti tra loro), portando solo confusione, e divisione.

Appunto, come quest'ultima intervista.
Che fa solo presagire orizzonti ancora più nuvolosi di quello attuale.



..hanno undici maglie viola, il colore più bello che c'è ..

alex1950

  • Violanato
  • *****
  • Post: 5690
  • #soloperlamaglia#
    • Mostra profilo
Re:LE SCELTE DI DIEGO
« Risposta #81 il: Luglio 28, 2017, 03:16:33 pm »
http://www.violanews.com/altre-news/ancora-pallotta-senza-stadio-vendo-la-roma-spalletti-voleva-solo-litigare/

Almeno questo, dopo aver tirato una bella mazzata sulla miliardaria campagna acquisti del Milan e sulla serietà di tutte le ...congreghe nazionali europee e mondiali che controllano (per finta !) il mondo del calcio (Lega, Uefa, Fifa, Fair Play, Mendes,  etc. etc),

ha le idee chiare, e lo dice pure:

"se non mi fanno fare lo stadio, vendo la Roma"

Chapeau !

Qui nemmeno questo si riesce a fare, anzi la colpa è di  ... 10 o 20 imbratta-lenzuoli  !!!
..hanno undici maglie viola, il colore più bello che c'è ..

alex1950

  • Violanato
  • *****
  • Post: 5690
  • #soloperlamaglia#
    • Mostra profilo
Re:LE SCELTE DI DIEGO
« Risposta #82 il: Agosto 01, 2017, 01:31:56 pm »
Il 23 di agosto la Fiorentina giocherà al Santiago Bernabeu in occasione del 60° anniversario della finale di Coppa dei Campioni, disputata contro il Real Madrid, in quello stadio.

Ammesso che non sia venduta prima, son proprio curioso di vedere se i nostri DV'S bro.  avranno la buona creanza di accompagnare la squadra, oppure la solita arroganza di sempre ???

Sarebbe l'ennesimo sgarbo.....speriamo bene !
..hanno undici maglie viola, il colore più bello che c'è ..

alex1950

  • Violanato
  • *****
  • Post: 5690
  • #soloperlamaglia#
    • Mostra profilo
Re:LE SCELTE DI DIEGO
« Risposta #83 il: Agosto 21, 2017, 01:27:08 pm »
Il 23 s'avvicina ............................................
..hanno undici maglie viola, il colore più bello che c'è ..

Juho

  • Supporters
  • ***
  • Post: 753
    • Mostra profilo
Re:LE SCELTE DI DIEGO
« Risposta #84 il: Agosto 21, 2017, 02:41:11 pm »
Il 23 s'avvicina ............................................
Spero in una batosta di quelle memorabili, 10-0 e tutti a casa...

Purtroppo non succederà, c***o gli frega al Real un'amichevole giocata contro una squadra di dilettanti...

Fumogenoviola2

  • Ottimotifoso
  • ****
  • Post: 1604
  • NON SEI UN VERO FIORENTINO SE NN ODI IL CIABATTINO
    • Mostra profilo
Re:LE SCELTE DI DIEGO
« Risposta #85 il: Agosto 23, 2017, 10:12:37 am »
Il 23 di agosto la Fiorentina giocherà al Santiago Bernabeu in occasione del 60° anniversario della finale di Coppa dei Campioni, disputata contro il Real Madrid, in quello stadio.

Ammesso che non sia venduta prima, son proprio curioso di vedere se i nostri DV'S bro.  avranno la buona creanza di accompagnare la squadra, oppure la solita arroganza di sempre ???

Sarebbe l'ennesimo sgarbo.....speriamo bene !

https://m.firenzeviola.it/notizie-di-fv/acf-c-e-anche-un-della-valle-coi-viola-e-filippo-248202

Speriamo almeno sia......più simpatico

alex1950

  • Violanato
  • *****
  • Post: 5690
  • #soloperlamaglia#
    • Mostra profilo
Re:LE SCELTE DI DIEGO
« Risposta #86 il: Agosto 24, 2017, 09:19:56 pm »
Figuraccia internazionale !
Come se invitassero una scuola in gita premio ed il Preside non ci andasse !
Io mi chiedo con quale coraggio o faccia tosta questi si ripresenteranno a Firenze (casomai ne avessero l'intenzione).

Un conto è la maglia, un conto è chi la gestisce.
Per la maglia si tiferà sempre,  per questi ....!

PS anche Sconcerti che li ha sempre difesi è passato tra la schiera dei ...rosiconi ..
« Ultima modifica: Agosto 24, 2017, 09:34:34 pm da alex1950 »
..hanno undici maglie viola, il colore più bello che c'è ..

alex1950

  • Violanato
  • *****
  • Post: 5690
  • #soloperlamaglia#
    • Mostra profilo
Re:LE SCELTE DI DIEGO
« Risposta #87 il: Agosto 31, 2017, 01:10:22 pm »
http://www.violanews.com/stampa/lappello-dei-tifosi-a-diego-della-valle-parli-con-firenze-ci-aspettiamo-un-segnale-decisivo/

Tentativo intelligente, ma destinato a cadere nel vuoto.
Il punto da prendere in esame non è il comunicato che annuncia la vendita, ma l'intervistz al Corsera.
Lì tra le righe c'è scritto tutto quanto.

https://www.labaroviola.com/sousa-diego-della-valle-non-voluto-fiorentina-forte-andrea-non-decide-adesso-vi-racconto/27841/

Dalle parole di Sousa si evincono alcune cose.

Che comanda Diego.
Che Andrea fa quello cne gli dice il fratello.
E giù a seguire Cognigni.

Che nel 2016, gennaio, non sono state avallate le scelte tecniche di Pradé e Rogg (?)  e che da allora è cominciata la strada in discesa tra Sousa e la società.

Tutte cose che già sapevamo, e che volenti o nolenti sono accadute.

Sorvolo su Corvino, "il liquidatore" di quanto si dice sulla vendita della società.
..hanno undici maglie viola, il colore più bello che c'è ..

Stavrogin

  • Violanato
  • *****
  • Post: 6353
  • Un'altra qualità
    • Mostra profilo
Re:LE SCELTE DI DIEGO
« Risposta #88 il: Agosto 31, 2017, 02:00:41 pm »
Parla di Mammana, si sapeva già che erano stati i DV a dire il No finale
#CognigniOut

alex1950

  • Violanato
  • *****
  • Post: 5690
  • #soloperlamaglia#
    • Mostra profilo
Re:LE SCELTE DI DIEGO
« Risposta #89 il: Settembre 18, 2017, 11:05:38 am »
https://www.firenzeviola.it/copertina/poche-parole-tanti-messaggi-249746

Prima "mamma ebe", poi i "gufi", i "rosiconi", ...infine "gli avvoltoi".
Non si sa chi siano.

I tifosi ? mah ! sarebbe come farsi terra bruciata intorno. I tifosi, soprattutto  quelli che ci sentono veramente, anche se contestano le scelte che ritengono sbagliate, dimostrano il loro attaccamento, perché il contrario del tifo è ... il distacco, il disinteresse, il passo indietro..

I mass media ? mah! anche loro contribuiscono ad attirare l'attenzione sul "prodotto calcio", di conseguenza se hanno qualcosa da obbiettare, in fondo, lo fanno nell'interesse della Fiorentina ...

La classe politica ? La Confindustria fiorentina ?
Potrebbero essere loro i veri obbiettivi dell'ennesimo messaggio criptico di Diego, dalle "cose" alle "robe" passando per i "furbetti di qualcosa", dagli attacchi all'ex-premier alla cena carbonara dell'inverno scorso in un ristorante fiorentino ...

Pare che ci sia sempre un nemico da combattere, che anche se non c'è lo si debba inventare, ... ne ho conosciuti diversi che riescono a motivarsi ragionando in questi termini. E' un sistema come un altro per farsi strada.

Tuttavia, che senso dare a queste affermazioni ?
Sembrava che la tempesta della "fantavendita" si fosse attenuata, che "l'uragano Viola" fosse stato declassato ... a temporale estivo, nessun lenzuolo fuori dallo stadio, nessuna contestazione dentro, tutti in attesa degli eventi, come dei separati in casa che han raggiunto uno ...strano, apparentemente certo equilibrio, in attesa di sapere che succede con la vendita, che succede con lo stadio, che succede ... a questa nuova squadra che sta nascendo con tanti pregi e tanti difetti, ebbene..........

mentre ci stavamo tutti concentrando su quello che avviene sul CAMPO, sul modulo, sugli schemi, su quelli bravi e quelli meno, etc. ...

perché ....riagitare le acque un'altra volta ?

La butto lì !
Sensi di colpa ?
Riavvicinamento ?
O solo il timore di uscire dal centro dell'attenzione e doversi riprendere in qualche modo il centro della scena ?
..hanno undici maglie viola, il colore più bello che c'è ..